Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Edilizia, in lockdown stipendi in calo per -3,6 milioni. Tafaria (Filca Cisl Liguria): “Settore deve ripartire”

Più informazioni su

Genova. Da marzo a maggio 2020 i dati della Casse Edile di Savona riportano un calo complessivo della massa salari nella provincia che si avvicina ai 3 milioni e 300mila euro: “Sono numeri preoccupanti – spiega Andrea Tafaria, segretario generale Filca Cisl Liguria – prima del lockdown il settore stava cercando di ripartire ma adesso ci troviamo ancora una volta in grandissima difficoltà e la situazione è davvero difficile.

La notizia è stata riportata da Ansa Liguiria. “La fotografia della Cassa Edile rispecchia la crisi dell’edilizia in Liguria. Non c’è solo la necessità di sbloccare le grandi opere ma confidiamo che un supporto possa arrivare anche dall’edilizia privata per dare un posto di lavoro a migliaia di lavoratori liguri che sono senza occupazione”.

Il settore edile, stando a quanto riportato dai sindacati, è uno dei settori più colpiti dalle ultime crisi che hanno attraversato il paese dal 2008 in poi, e in ultimo, per quanto riguarda la Liguria, un durissimo colpo è stato portato dalla crisi dei trasporti legati al caos autostrade. E poi è arrivato il Covid.