Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

È morto Enzo Peretta, storico sindacalista della Cgil: si era battuto anche per i diritti lgbt

Il ricordo del sindacato: "Tutti noi ne sentiremo la mancanza"

Più informazioni su

Genova. Giovedì 28 ottobre è mancato Enzo Peretta, storico sindacalista della Cgil.

Peretta è stato a lungo attivo nel sindacato, prima come delegato nella sua azienda, l’Enel, e dopo con il distacco sindacale, prima nella sua categoria, e poi presso la Confederazione.

Dal 1994 Peretta è stato il responsabile dello Sportello Nuovi Diritti. La Camera del Lavoro di Genova è stata tra le prime in Italia ad istituire uno sportello per la tutela dei diritti. “Nonostante il progredire delle campagne sulla parificazione dei diritti tra persone etero e lesbiche, gay, bisessuali, transessuali – ricorda la Cgil – esistono ampie fasce di discriminazione, anche sul lavoro, e il pregiudizio “ideologico” nei confronti della popolazione lgbt è ancora presente in larghi strati della popolazione”.

Lo sportello Nuovi Diritti nacque per ottenere pari dignità di tutti i cittadini e  per ricondurre i diritti di tutti nell’alveo della contrattazione sindacale. Peretta ne fu protagonista per molti anni, attività che poi lasciò per dedicarsi alla formazione sindacale nell’ambito della Scuola Athena.

“Enzo Peretta era un uomo di cultura, appassionato di teatro, di cinema, di poesia e di tutte le arti e metteva passione in tutto quello che faceva. Negli ultimi anni aveva ricoperto il ruolo di responsabile delle attività culturali del Sindacato Pensionati: un impegno assiduo e fruttuoso, da tutti apprezzato. Ironico e appassionato, Enzo era un intellettuale che metteva le sue conoscenze al servizio soprattutto dei lavoratori e del sindacato. Tutti noi ne sentiremo la mancanza”, lo ricorda il sindacato.