Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Covid, Toti non cambia linea sulle mascherine: “Interventi mirati dove il virus circola di più”

Prorogata di una settimana l'ordinanza sull'uso obbligatorio h24 nel centro storico di Genova. "Ma sulle misure di contenimento possibile nuovo dpcm", annuncia il governatore

Genova. Il governatore della Liguria Giovanni Toti non esclude ma neppure crede sia particolarmente necessaria, al momento, un’estensione regionale dell’obbligo all’aria aperta, sempre, dell’uso della mascherina (come stabilito invece dal presidente della Regione Lazio Zingaretti). “Finora, in tema di misure restrittive, abbiamo un esperimento fattivo, quello sul cluster spezzino, che ci dice che gli interventi mirati nella zone più interessati dai contagi funzionano”, ha detto Toti in conferenza stampa.

“Non escludo altri interventi simili, mirati, nelle zone dove la circolazione del virus è più alta, in quelle già evidenziate e in quelle che risulteranno dagli studi dei medici di Alisa”, prosegue il presidente della Regione, che aggiunge: “Sul tema delle mascherine e dei provvedimenti anti-contagio, però, stiamo aspettando un probabile imminente dpcm e anche in base a quello capiremo come muoverci”.

Oggi in Liguria, in base al bollettino di Alisa, sono stati registrati 140 nuovi casi (con circa 3600 tamponi) oltre a circa 25 casi “non negativi” risultati dai 250 test rapidi antigenici nell’ambulatorio mobile della commenda di Pré.

“Domani, sentiti i sindaci, prorogheremo per una settimana l’ordinanza che impone l’obbligo di utilizzo delle mascherine all’aperto in centro storico a Genova e anche alla Spezia”, ha annunciato Toti confermando quanto circolato già nelle ultime ore. Non sembrano esserci all’orizzonte, quindi, oltre l’uso delle mascherine h24 nuove e più severe misure di contenimento del contagio.