Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Covid, anche i luna park in ginocchio: “Per noi il lockdown non è mai finito”

L'associazione di categoria lancia un grido d'allarme anche se a Genova, in teoria, è confermato il parco giochi invernale in piazzale Kennedy

Più informazioni su

Genova. Il lockdown non è mai terminato per i luna park. Le amministrazioni comunali stanno annullando diverse centinaia di tradizionali luna park autunnali nonostante il rispetto delle specifiche linee guida governative e dei piani di sicurezza che prevedono la presenza di steward e la gestione dei flussi del pubblico. La categoria è in ginocchio e non sa con quali risorse affrontare e dove trascorrere i mesi invernali”

Così si legge in un comunicato nazionale dell’Anesv, l’associazione esercenti spettacoli viaggianti. A Genova il luna park di piazzale Kennedy è al momento confermato, nei mesi scorsi l’amministrazione comunale ha garantito lo spazio in zona Foce anche dopo alcune riunioni prima che uscisse il dpcm. Ma il problema è generale e riguarda la vita stessa degli esercenti.

“Laddove i Comuni non concedono alle abitazioni mobili degli esercenti di sostare sul territorio, ci sono pesanti conseguenze sulla scolarizzazione dei bambini, in quanto non si rispetta più il calendario degli spostamenti al seguito delle manifestazioni, è indispensabile che il Mibact e l’Anci si attivino per garantire la possibilità di effettuare i luna park e sostenere un settore che è in enormi difficoltà – ha dichiarato Ferdinando Uga, presidente di Anesv – a causa di continui annullamenti di manifestazioni, che vengono decisi sulla base di generiche argomentazioni”.

La maggior parte delle circa 5000 imprese e famiglie degli esercenti spettacoli viaggianti itineranti è senza lavoro alla metà del marzo scorso e concluderà il 2020 con una media di 50 giornate di attività, decisamente inferiore rispetto a quella degli anni passati.

I luna park vengono svolti all’aperto in spazi ampi, in cui è possibile rispettare il distanziamento e l’obbligo di indossare la mascherina, previsto da mesi dalle linee guida di settore. Diversi luna park si sono tenuti recentemente anche a Bergamo, a Torino e a Prato, grazie alla sensibilità di alcuni amministratori locali e alle azioni messe in campo dagli esercenti per garantire la sicurezza di tutti.