Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Costa Crociere, Thamm: “Ripartiti grazie al governo italiano, la Germania ci ha preso ad esempio” fotogallery

Il Group CEO di Costa Crociere raggiante per la ripartenza del settore a Savona

Savona. “Vedere oggi Costa Smeralda nel suo home port è davvero emozionante, è la nostra ammiraglia e guardarla tornare in mare è un momento importante”. Non nasconde i suoi sentimenti il Group CEO di Costa Crociere, Micheal Thamm, nel giorno della storica e sospirata ripartenza delle crociere a Savona dopo il duro periodo di lockdown e lo stop imposto ai viaggi in mare.

Generica

“E’ stato un periodo duro per tutto il mondo, ma dobbiamo imparare a vivere durante questa pandemia proteggendoci e andando avanti, dobbiamo proteggere i nostri lavoratori e i nostri cari, con lo scopo di ricominciare ad andare avanti e produrre ricchezza”.

“La reazione dei passeggeri è stata stupenda – aggiunge ancora Thamm -, non abbiamo mai visto un livello di soddisfazione così alto, a partire dalla Deliziosa che è stata la prima a ripartire. Non abbiamo mai avuto problemi a bordo, né con i passeggeri né con l’equipaggio”.

A La Spezia Smeralda si rifonirà di GNL, anche questa sarà una prima volta dato che normalmente la nave si è sempre rifornita nel porto di Barcellona durante i suoi itinerari: “Siamo la prima compagnia al mondo ad usare questo combustibile, siamo i pionieri in questo settore. Per noi è la strada per arrivare ad emissioni zero è scritta, è stata una scommessa. Adesso riuscire a fare rifornimento in Italia è un nuovo passo verso il nostro obiettivo”.

A breve anche la controllata tedesca di Costa Crociere, AIDA, ripartirà dall’Italia con le sue crociere solo per gli ospiti tedeschi: “Al momento le crociere per come le conosciamo sono solo nel Mediterraneo e in Italia: questo non sarebbe stato possibile senza il supporto del Governo Italiano. Il premier Conte era con noi quando Costa Deliziosa è ripartita da Trieste. Molte nazioni possono imparare dall’Italia su come sostenere e far ripartire il settore, come la stessa Germania”.

“Non dobbiamo dimenticare che questo vorrà dire portare in Italia migliaia di turisti tedeschi, che navigheranno a bordo di AIDABlu” conclude Thamm, in vista delle prossime partenze da Civitavecchia il 24 ottobre, così come dalla stessa La Spezia il prossimo 29 ottobre.