Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, l’allarme della Cgil: “Liguria prima in Italia per contagi in rapporto ai residenti”

Secondo il sindacato regionale e quello dei pensionati è necessario "convocare al più presto il comitato per la sicurezza previsto e mai riunito"

Genova. “La nostra regione risulta essere la prima per tasso di contagi in rapporto alla popolazione residente nella diffusione della malattia” così Fulvia Veirana, Alessandra Guazzetti e Carla Mastrantonio rispettivamente segretarie regionali Cgil, Funzione Pubblica e Sindacato Pensionati sintetizzano l’emergenza Covid 19 in Liguria.

La preoccupazione del sindacato per quanto sta accadendo è forte e riguarda non solo i lavoratori, ma anche i cittadini nelle fasce più deboli come ad esempio i pensionati. “E’ necessario un forte segnale di discontinuità dando l’avvio ad un confronto di qualità sulla sanità” continuano le sindacaliste che chiedono un incontro con il presidente Toti e i neo eletti consiglieri regionali.

Non solo. Chiedono anche “un confronto serio e costruttivo” che “non può che partire dalla conoscenza dei dati sui quali il sindacato chiede maggiore chiarezza”. Casi di positività, numero di persone isolate e posti letto disponibili per provincia, cluster aperti ed individuati, modalità di tracciamento e presa in carico, grado realizzazione del piano di emergenza per l’adeguamento delle cure territoriali ed ospedaliere.

“A tutto questo si aggiungono altre urgenze che vanno dalla costituzione della rete della medicina scolastica della quale non v’è traccia e la gestione della campagna vaccinale antinfluenzale per la quale non sono ancora chiare disponibilità e modalità di accesso, chiediamo che venga convocato il comitato per la Sicurezza previsto dal Protocollo Covid ad oggi mai riunito concludono le sindacaliste – ci sono molte cose da discutere e decisioni che vanno prese in fretta”.