Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, Amt rafforza trasporto pubblico per studenti: da lunedì autobus aggiuntivi

Dal 26 ottobre nuove linee dedicate ai ragazzi affiancheranno il servizio ordinario

Genova. Uno sforzo straordinario quello che Amt metterà in campo per gli studenti a partire da lunedì 26 ottobre. Dall’inizio della prossima settimana verranno organizzati servizi dedicati agli studenti nella fascia oraria di punta del mattino, dalle 7 alle 9, sulle direttrici che nelle scorse settimane hanno fatto registrare, su alcune corse, un maggior utilizzo. Verranno offerti su queste tratte, in affiancamento ai normali servizi di linea, 2.410 posti aggiuntivi all’ora.

“Il servizio invernale di trasporto pubblico, coincidente con l’avvio dell’anno scolastico, è stato programmato fin dall’inizio sul massimo della produzione possibile in termini di uomini e mezzi – fa sapere Amt in un comunicato -. È stato comunque deciso che le attuali condizioni richiedano uno sforzo ulteriore da parte dell’azienda con l’organizzazione di servizi bus aggiuntivi su alcune tratte scolastiche.

Le tratte coperte saranno le seguenti (da intendersi in entrambe le direzioni):

– Stazione Brignole – corso Europa – cavalcavia Carrara
– Stazione Brignole – via Canevari – Marassi
– Stazione Brignole – piazza Merani
– stazione Brignole – Molassana
– piazza Montano – piazza Dinegro
– stazione Principe – piazza Sopranis
– stazione Sestri Ponente – Borzoli
– stazione Sestri Ponente – via Giotto

Amt assicura che il potenziamento non sarà ottenuto “tagliando” le altre corse del servizio invernale, che rimarrà immutato. Le 12 vetture necessarie – per un totale di 62 corse – sono state trovate accelerando il piano delle manutenzioni.

Perché allora non pensarci prima, visto che proprio lunedì in Liguria parte la didattica a distanza al 50% per le scuole superiori? Dall’azienda spiegano che la situazione dei contagi non era la stessa la settimana scorsa e che, comunque, il potenziamento sarà mantenuto attivo anche se l’emergenza dovesse rientrare per quanto riguarda le scuole.

“Noi abbiamo fatto uno sforzo tenendo conto che nessuno ce l’ha chiesto, ma abbiamo cercato di dare una risposta in base alla lettura delle esigenze del territorio, andando a vedere quali linee sono più affollate – spiega il presidente Marco Beltrami -. Vediamo il bicchiere mezzo pieno. Noi abbiamo praticamente violentato la manutenzione chiedendo di fare un’attività straordinaria, e anche sugli autisti andremo in straordinario. Si tratterà comunque di una fase transitoria, visto che all’inizio di novembre arriveranno 14 nuovi bus elettrici da 10,5 metri“.

I bus riporteranno sui display la scritta “Servizio scolastico” e le diverse destinazioni, in modo da differenziarli dalle normali linee urbane e renderli facilmente identificabili come servizi dedicati agli studenti. In ogni caso non saranno bus riservati, quindi anche gli altri utenti potranno utilizzarli. Il nuovo servizio verrà monitorato per valutarne l’utilizzo e l’efficacia, pronti ad apportare eventuali ulteriori variazioni sul territorio.

“Il servizio di bus aggiuntivi messo in campo da Amt – dichiara l’assessore alla mobilità e ai trasporti del Comune di Genova Matteo Campora – rappresenta un sostegno concreto non solo ai ragazzi genovesi, che potranno prendere l’autobus nel rispetto dei limiti di capienza imposti dal Covid-19, ma anche alle loro famiglie e ai tanti cittadini che, ogni mattina, utilizzano i mezzi del trasporto pubblico per andare a lavorare. Ringrazio Amt per questo sforzo importante in un momento economicamente non facile, a causa dei mancati introiti dei biglietti e degli abbonamenti dovuti all’emergenza sanitaria, ed essendo ancora in attesa di adeguati finanziamenti da parte del governo”.