Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campionato vela d’autunno YCC 2020, la terza prova decide i vincitori foto

La vela d'autunno ha i suoi campioni: la regata di Chiavari ha stabilito le classifiche delle diverse classi, assegnando quindi i premi 2020

Chiavari. Sabato 17 ottobre 2020, con partenza alle ore 12:30, organizzata nelle acque del Golfo Tigullio dallo Yacht Club Chiavari, si è svolta la Regata sociale Open– Jeanneau Cup 2020 – Memorial Romano Caselli, aperta a tutte le imbarcazioni delle classi ORC, IRC, Libera e Jeanneau, regata di chiusura del Campionato vela d’autunno YCC.

La regata è stata realizzata grazie al contributo e alla collaborazione della famiglia Caselli, che tiene sempre vivo il ricordo di Romano, tragicamente e prematuramente scomparso 21 anni fa, ma ancora oggi vivo nell’affetto di tutti. Romano Caselli, appassionato di mare e di pesca, amava Chiavari e partecipava intensamente alla vita cittadina e alla vita del suo circolo. La regata si è svolta in una giornata caratterizzata da un bel sole, mare mosso con onda da sud e vento in partenza sui 7 nodi, poi in aumento fino a 10 nodi, proveniente da sud-sud/est.

Ecco i vincitori. In classe ORC:
– Categoria non soci: Jeniale Eurosystem di Massimo Rama (LNI Sestri Levante)
– Categoria soci e vincitore overall: Che stress di Giancarlo Ghislanzoni (YC Chiavari e YC Italiano)
In classe IRC:
– Vincitore overall: Candellunva Turboden sailing team di Paolo Bertuzzi (CN Canottieri Garda Salò);
In classe Crociera:
– Categoria non soci YCC: Catherine di Massimo Bonfante (LNI Sestri Levante)
– Categoria soci YCC e vincitore overall: Emotions di Francesco Guerci (YC Chiavari e Reale YC Savoia);
Jeanneau Sailing Cup 2020:
Spartaco di Giorgio Mori (Yacht Club Parma).

La regata sociale open è stata la terza ed ultima prova del Campionato vela d’autunno YCC 2020, dopo la Coppa Giorgio e Lella Gavino del 19-20 settembre e la Coppa e Trofeo Dallorso del 10-11 ottobre). Sabato 17 ottobre sono state quindi premiate anche le imbarcazioni che si sono aggiudicate la vittoria nel campionato:
– in classe ORC1: Capitani coraggiosi 3 di Federico Felcini e Guido Santoro (Yacht Club Chiavari);
– in classe ORC2: Aria di burrasca di Federico Salmoiraghi (LNI Sestri Levante);
– in classe IRC: Stupeficium di Maria De Leo (LNI Genova Quinto);
– in classe Crociera: Catherine di Massimo Bonfante (LNI Sestri Levante)

Inoltre si è aggiudicata il Trofeo challenge campionato vela d’autunno YCC l’imbarcazione Catherine di Massimo Bonfante (LNI Sestri Levante), prima classificatasi overall in cvlasse Crociera, la classe quest’anno più numerosa. Al termine della premiazione, come tutti gli anni è stato consegnato il trofeo memorial Romano Caselli, riconoscimento riservato a persone che hanno dedicato la propria vita al mare e alla vela. Quest’anno è stato premiato il Presidente uscente dello YCC Franco Savazzi.

Ecco la motivazione: Al Presidente Franco Savazzi
I destinatari del nostro premio sono quasi sempre stati personaggi “tigullini”.
Questa volta, però, abbiamo fatto un’eccezione: la nostra scelta è caduta su Franco Savazzi, presidente del nostro sodalizio negli ultimi otto anni.
Anche se nato a Modena, Franco ha vissuto e lavorato come manager fino a 30 anni fa a Milano. Poi è venuto a lavorare presso un’importante azienda chimica locale e quindi a vivere nel Tigullio.
Nel lavoro è noto per la sua applicazione e dedizione e fu definito da una prestigiosa rivista economica come uno dei manager più importanti nel settore (pare che in gergo lo chiamassero “martello”).
Vivendo sul mare ha cominciato ad appassionarsi alla vela: acquistò in società con un amico un J24 e ha continuato poi a regatare anche su altre barche.
È stato eletto nel Consiglio direttivo dal 2002 fino al 2011 e poi Presidente dal 2012 ad oggi.
In questi anni ha riversato a favore del nostro club tutte quelle sue capacità che lo avevano fatto affermare nel lavoro ed è anche grazie a lui che siamo riusciti fino ad oggi a mantenere su buoni standard il nostro circolo.
La sua dedizione è stata totale: era in segreteria tutti i giorni, e da buon “martello”, come appunto era chiamato in ambito lavorativo, non si contano le telefonate ed i contatti che ha avuto con autorità, enti, società private, per ottenere per il club aiuti, sponsorizzazioni e quanto utile per la migliore gestione sportiva ed economica.
Purtroppo le esigenze della vita cambiano e per motivi familiari deve abbandonare la Liguria che ha tanto amato e tornare in Lombardia; dovrà quindi rinunciare alla presidenza, che, per noi, avrebbe meritato a vita. Quindi con grande affetto e riconoscenza per quanto ha fatto per noi, che gli assegniamo questo riconoscimento in memoria di Romano Caselli, un riconoscimento il cui significato è proprio quello premiare e ricordare le doti che erano proprie di Romano, ossia l’amicizia, la generosità e la sportività.
Quest’anno lo assegniamo a Franco con i migliori auguri per il futuro, sapendo che, anche da lontano, continuerà a seguirci e ad aiutarci.