Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cambiamenti climatici e pioggia, negli ultimi 30 anni in Liguria autunni più piovosi

Lo studio effettuato da Arpal conferma la tendenza ad una maggiore concentrazione delle piogge in soli tre mesi

Genova. Sta cambiando la pioggia in Liguria? La risposta a questa domanda arriva dall’analisi climatica di sessant’anni di misurazioni: la “quantità” dell’acqua che cade no, “quando” cade invece sì.

Nello specifico, in particolare negli ultimi trent’anni, si è osservato un aumento delle precipitazioni nel periodo autunnale. Fra settembre e dicembre adesso piove tanto, più degli altri otto mesi dell’anno messi insieme; al contrario, nel trentennio precedente, i quantitativi dominanti si collocavano negli 8 mesi “non autunnali”.

L’approfondimento, condotto da alcuni tecnici Arpal (Luca Onorato, Luca Rusca, Antonio Iengo e Francesco Durante , l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure, e da Claudio Monteverde dell’Osservatorio Don Raffaelli), ha preso in considerazione tre centraline costiere a Imperia, Genova Ponte Carrega e Tavarone, in provincia della Spezia. Per quanto riguarda la nostra provincia, le zone che in autunno raccolgono le maggiori quantità di pioggia sono le valli D’Aveto e Trebbia e la Valle Stura.

piovosità liguria piogge distribuzione

Il lavoro è stato presentato in un poster alla recente Conferenza Annuale della SISC (Società italiana per le scienze del clima) ed è curioso come, analoghe conclusioni, siano state ottenute da colleghi dell’Arpa Friuli Venezia Giulia, una regione con affinità geografiche, meteorologiche e climatologiche, sebbene affacciata su un altro tipo di mare.

Un approfondimento che non scrive la parola fine sul tema, ma aggiunge un tassello a quanto evidenziato già nell’atlante climatico della regione Liguria nel 2013: nei mesi invernali del trentennio 1981-2010 si è assistito a una diminuzione delle piogge rispetto al trentennio 1961-1990, in particolare nel centro-levante, trend che sembra confermato anche negli ultimi anni. Nei mesi autunnali invece si è verificato un aumento: quindi nel corso dell’intero anno, al momento, non si osservano variazioni significative della quantità di pioggia rispetto al passato.