Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bici e monopattini, il consiglio comunale di Genova spinge per il casco obbligatorio

Votata una mozione che invita il sindaco e la giunta ad attivarsi anche per definire incentivi per coperture assicurative. Ma le decisioni vanno prese a livello nazionale

Genova. Una mozione in consiglio comunale molto spesso resta poco più che un’indicazione di massima, una dichiarazione di intenti, ma quello che è emerso oggi, durante la seduta in aula rossa, è che c’è chi spinge, anche all’interno dell’amministrazione per normare con più paletti la vita di chi si muove in città con una bicicletta, un e-bike, un monopattino elettrico, un monoruota o simili.

Il consiglio comunale di Genova ha votato, appunto, una mozione proposta da Carmelo Cassibba (consigliere di maggioranza di Vince Genova e tassista) che invita il sindaco e la giunta ad attivarsi attraverso l’Anci per cambiare le normative nazionali e prevedere l’obbligatorietà del casco e l’incentivo alla stipula di coperture assicurative per chi si muova sulle strade con i mezzi compresi nella categoria della mobilità dolce.

La mozione è stata proposta da Carmelo Cassibba, tassista e consigliere di Vince Genova, sulla base dell’aumento dell’utilizzo di questi mezzi in città. La mozione che, al momento, non porta ad alcuna obbligatorietà ma equivale a una dichiarazione d’intenti, è stata votata.

Alcuni consiglieri sia dell’opposizione sia della maggioranza hanno espresso perplessità per l’eventuale obbligo di una forma di assicurazione sia perché costituirebbe una spesa aggiuntiva per il cittadino. Accolto anche un ordine del giorno del consigliere di Fratelli d’Italia Alberto Campanella che invita a introdurre la targa per questo tipo di mezzi. Gli argomenti in oggetto saranno presto affrontati in una commissione consiliare alla quale saranno invitate anche le associazioni.