Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Una madre Covid positiva può allattare il figlio, nello studio coinvolto anche il San Martino

I neonati, allattati con uso della mascherina, lavaggio appropriato delle mani, disinfezione di oggetti, non hanno mostrato segni di malattia

Genova. Una madre che risulti positiva può portare avanti l’allattamento senza infettare il bambino? Secondo uno studio italiano, coordinato dalla Città della Salute di Torino ma che ha coinvolto anche il policlinico San Martino di Genova (reparto di Neonatologia) e molte altre strutture sanitarie e universitarie italiane, sì.

I risultati della ricerca, appena pubblicati sulla rivista scientifica internazionale Frontiers in Pediatrics, saranno presentati venerdì 2 ottobre al Meeting della European Milk Bank Association.

Sono stati analizzati i campioni di latte di 14 mamme positive al virus dopo il parto, controllando i loro neonati nel primo mese di vita. Il latte è risultato negativo al SARS-CoV-2 in 13 di questi campioni, mentre in un caso è stata identificata per un breve periodo la presenza dell’RNA virale.

Il dato più confortante è stato che tutti i neonati, allattati al seno seguendo scrupolosamente le regole raccomandate in questi casi – uso della mascherina, lavaggio appropriato delle mani, pulizia e disinfezione delle superfici e degli oggetti in uso – non hanno mostrato segni di malattia.

Anche quattro neonati, le cui mamme si erano ammalate subito dopo il parto, e che erano risultati positivi al virus nei primi giorni, compreso quello con presenza del virus nel latte materno, si sono tutti negativizzati, in buona salute, nel primo mese di allattamento.