Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Silent Book Genova, il club di lettura importato dalla California sbarca ai giardini di Quinto

Dopo l'esperimento sulla chiatta del porto antico, oggi - 8 settembre alle 18e30 - altro appuntamento vista mare per (ri)conoscersi tra appassionati di libri

Più informazioni su

Genova. L’idea è nata nel 2012 a San Francisco da due amici che avevano voglia di rilanciare il classico format del “club del libro” in modo che fosse più contemporaneo e più umano, in un mondo dove ormai ci si scambia opinioni solo sui social network. All’inizio del 2020 alcune ragazze (Erika Montefinese e Ilaria Murtas) decidono di aprire un “capitolo” genovese di quello che viene definito “Silent Book”.

Oggi pomeriggio, martedì 8 settembre, alle 18e30 l’appuntamento è ai giardini di Quinto. All’aperto, muniti di mascherine e rispettando le normative anti contagio, due ore dedicate a se stessi, agli altri e alle pagine dei libri che si stanno leggendo.

Come funziona il SilentBookClub?. “Una volta a settimana, gli amanti della lettura, che vogliono partecipare, partono da casa con il libro che stanno leggendo o devono ancora iniziare, raggiungono il luogo concordato per l’incontro. La prima mezz’ora è dedicata al conoscersi, per questo viene fatto passare, per tutte le mani, un barattolo in vetro dal quale ognuno estrae il biglietto con la domanda, mai banale, alla quale deve rispondere per far conoscere un pezzetto di sè agli altri partecipanti. Al momento giusto, una campana dà il via alle singole letture silenziose che si mischiano nell’aria rendendola tangibile”, spiegano gli organizzatori.

“Ognuno si immerge nel suo libro sorseggiando una tisana e assaggiando un dolcetto, dedicandosi quel tempo che a casa e nella quotidianità fa sempre fatica a concedersi. Passata l’ora rapiti nelle diverse storie, la campana risuona interrompendo l’avvolgente silenzio che si era creato. Arriva così il momento della condivisione. Ogni lettore racconta agli altri il suo libro ma, attenzione, gli spoiler sono vietati! In quest’attimo è possibile scoprire racconti nuovi, farsi un idea di letture che non si sarebbe mai pensato potessero interessarci, scoprire che qualcun altro ha percepito un mondo totalmente diverso in quel libro letto anni prima e, si scopre che, chi legge viaggia e sente sempre col cuore. Infine, per creare un ricordo per ogni incontro, dedichiamo del tempo a realizzare le foto dei partecipanti con le proprie letture e del gruppo unito”, continuano svelando la parte più innovativa del progetto.

L’esperimento di Silent Book all’aperto è stato di particolare successo, qualche settimana fa, sulla chiatta del porto antico di Genova. La volontà è quella di ripetere e magari ampliare la platea dei partecipanti. L’evento è gratuito. A questo link tutte le informazioni per partecipare.