Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cosenza e Virtus Entella non si fanno male: 0 a 0 nella prima di campionato risultati foto

Poche occasioni da entrambe le parti: le due squadre escono dal campo soddisfatte per aver conquistato un punto

Cosenza. Lo scorso 20 giugno Cosenza e Virtus Entella si erano affrontate a porte chiuse. Vinsero per 2-1 i calabresi, dando il via, da quella partita, all’eccezionale rimonta in classifica grazie alla quale riuscirono a mantenere la categoria.

Oggi, a tre mesi di distanza, il San Vito-Marulla si presenta ancora privo di spettatori. Si gioca però per una nuova stagione, la Serie B 2020/2021, che ha preso il via ieri pomeriggio. Per entrambe le squadre è il primo impegno ufficiale dell’annata sportiva.

Roberto Occhiuzzi manda in campo il Cosenza con un 3-4-1-2 con Saracco; Ingrosso, Idda, Legittimo; Corsi, Bruccini, Sciaudone, Bittante; Báez; Carretta, Litteri.

A disposizione ci sono Falcone, Patitucci, Tiritiello, Schiavi, La Vardera, Bahlouli, Kone, Maresca, Sacko, Gliozzi, Moreo, Sueva.

Bruno Tedino schiera un 4-3-1-2 con Borra; De Col, Chiosa, Poli, Costa; Settembrini, Paolucci, Brescianini; Crimi; Brunori, De Luca.

Le riserve sono Paroni, Russo, Cleur, Bonini, Coppolaro, Pavic, Cardoselli, Toscano, Koutsoupias, Morra, Petrovic.

Arbitra Lorenzo Illuzzi della sezione di Molfetta, assistito da Ciro Carbone (Napoli) e Riccardo Annaloro (Collegno); quarto uomo Ivan Robilotta (Sala Consilina).

A Cosenza piove in maniera insistente. Il terreno di gioco è alquanto malandato. Squadre in campo con le divise tradizionali: maglia rossoblù con calzoncini e calzettoni blu i locali, maglia biancoceleste con pantaloncini e calzettoni bianchi i liguri.

Gli ospiti partono in maniera determinata e al 4° guadagnano un corner.

Le due squadre cercano fraseggi negli spazi stretti; cambia spesso il possesso palla, i minuti scorrono senza azioni da rete.

Al 10° cross basso di Settembrini, allontana Ingrosso.

Le condizioni meteo cambiano: cessa la pioggia, spunta il sole.

Al 12° punizione calciata da Báez, Borra blocca in presa alta.

Al 13° contropiede dei locali, palla in area da Báez a Bittante che fa partire una conclusione ad incrociare angolata col destro, Borra ci arriva con la punta delle dita e manda in angolo.

Ammonito Bruccini al 14° per un’entrata scoordinata su un avversario.

Al 23° azione prolungata dei calabresi, conclusione in acrobazia di Sciaudone, blocca in due tempi Borra.

Al 26° tentativo di Brunori che riceve in piena area calabrese, si gira e tira ma la sua conclusione viene murata da un difensore.

Al 28° angolo calciato da Costa, Poli non tocca di testa, palla che giunge a Chiosa ma il suo tiro è debole e facile preda di Saracco.

Al 32° Bittante salta Paolucci che lo ferma irregolarmente: ammonito. Calcio di punizione di Báez, sulla barriera.

Problema muscolare per Settembrini dopo un contrasto è costretto ad abbandonare il campo: al 36° entra Toscano.

Al 38° spunto di De Luca che lascia partire un diagonale improvviso sul quale Saracco si accartoccia e para.

Poco dopo ci prova Brescianini dalla lunga distanza ma la sua conclusione esce abbondantemente sopra la traversa.

Al 40° bel lancio in verticale di Báez, Chiosa mette in angolo.

Cartellino giallo a Litteri al 41° per aver allargato un gomito in un contrasto aereo. Al 43° viene ammonito Ingrosso.

Illuzzi assegna tre minuti di recupero.

A metà partita risultato fermo sullo 0 a 0.

Secondo tempo. Al 4° cross di Paolucci per la testa di Crimi che colpisce debole a metà strada tra un assist a De Luca ed una conclusione in porta.

Al 5° Báez avanza palla al piede e cerca di servire in area Carretta, la difesa chiavarese intercetta.

Avvio di secondo tempo a ritmi più elevati rispetto al primo.

Al 10° corner per i padroni di casa, respinge la retroguardia chiavarese.

All’11° Gliozzi prende il posto di Litteri.

Al 16° splendida punizione dai trenta metri di Paolucci che chiama Saracco ad una difficile deviazione in tuffo.

Al 20° cartellino giallo a Brescianini.

Al 22° va alla conclusione Carretta dal limite dell’area: potente ma centrale, Borra respinge. Corner per i rossoblù; non dà frutti, poi al 24° ancora un tiro dalla bandierina per i padroni di casa.

Al 24° Tedino inserisce Morra al posto di Brunori.

L’Entella si fa avanti al 26°, guadagnando un angolo.

Al 28° percussione di Brescianini servito da Morra, il tiro del giovane biancoceleste è respinto da un difensore.

Al 30° il computo dei corner diventa 7-4 per il Cosenza, ma il risultato non cambia. Al 33° si gira bene ma calcia debolmente Morra che “passa” il pallone a Saracco.

Nel finale di gara il ritmo cala notevolmente. Al 36° Cardoselli sostituisce Brescianini. Al 37° doppio cambio tra i locali: entrano Kone e Sacko, escono Bruccini e Carretta.

Al 42° calcio d’angolo per l’Entella.

Sono quattro i minuti di recupero. L’ultima occasione è per i locali al 47°: lancio in verticale, Sacko sbuca alle spalle di tutti e si ritrova davanti a Borra ma col petto controlla male e l’occasione sfuma.

Finisce 0 a 0. L’Entella conquista un buon punto senza correre troppi rischi sul difficile campo del Cosenza, denotando una grande solidità ed un’ottima disposizione sul terreno di gioco, nonostante le assenze di rilievo. Rimane ancora qualche problema in fase offensiva; gli ultimi giorni di mercato potrebbero aiutare nella soluzione.

Mercoledì 30 settembre con fischio d’inizio alle ore 16 l’Entella affronterà l’AlbinoLeffe a Chiavari per la Coppa Italia. La vincente della partita affronterà al terzo turno una tra Pisa e Juve Stabia.

La formazione di mister Tedino tornerà in campo per il campionato sabato 3 ottobre alle ore 16,15, quando ospiterà la Reggina, una delle favorite per il salto di categoria.