Quantcast
Da oggi

Sanità, partita distribuzione a km 0 dei farmaci per diabetici. Viale: “Questi sono fatti”

Tutti i presidi medici saranno reperibili in tutte le farmacie della Liguria

Genova. Da oggi 1° settembre prende l’avvio la distribuzione dei presidi per diabetici nelle 262 farmacie territoriali di Asl3: un progetto importante fatto con le farmacie per andare incontro ai pazienti diabetici, anche in età pediatrica, e che nei prossimi mesi, dopo la sperimentazione, verrà esteso anche su tutto il territorio ligure.

Fino ad oggi il ritiro dei presidi per diabetici era possibile solo nei 26 centri di distribuzione delle ASL: entro pochi mesi dopo la fase iniziale in Asl3 sarà possibile farlo anche nelle 590 farmacie presenti nei nostri Comuni; un servizio gratuito per i cittadini che prevede un risparmio in termini di tempi e viaggi per chi ne ha bisogno. Nel realizzare questo progetto abbiamo avuto una particolare attenzione per chi vive nel nostro entroterra e nelle sue vallate, ma anche per tutte le persone anziane e per i genitori dei piccoli pazienti, che sicuramente hanno più difficoltà a spostarsi: i pazienti o chi ne ha cura, potrà recarsi nelle farmacie aperte almeno 10 ore al giorno, 6 giorni su 7.

A due anni dalla distribuzione dei farmaci salvavita nelle farmacie territoriali, progetto che ha avuto risultati importanti sia per il risparmio di tempo e di costi per le famiglie, sia per la riduzione della spesa farmaceutica, ora la sanità a km 0 e della farmacia dei servizi prosegue con la distribuzione dei presidi per diabetici nelle ‘farmacie sotto casa’.

“Ringrazio ALISA per la realizzazione di questo progetto – spiega l’assessore alla Sanità Sonia Viale – e per il fondamentale ruolo di coordinamento, le AASSLL e le rappresentanze delle Farmacie che hanno creduto in questa possibilità che oggi diventa una realtà. Un ringraziamento per il supporto va inoltre ai componenti della Commissione Diabetologica regionale, che riunisce anche le Associazioni dei pazienti e gli specialisti Diabetologi”.

“In un periodo elettorale nel quale tutti criticano, io ritengo che rispondere con i fatti sia ciò che si attendono i cittadini, sapendo che siamo partiti dall’eredità pesante di dieci anni di centrosinistra. La direzione presa è quella giusta e la continuità diventa importante anche perché progetti come quelli appena descritti sono stati sempre criticati ed addirittura osteggiati dall’opposizione, bravi come sempre a dare lezioni e non a lavorare”

leggi anche
  • Novità
    Diabetici, rivoluzione in Liguria: da oggi il presidio si ritira nella farmacia sotto casa