Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria Primavera, buona prova, ma vince l’Inter 3-0 risultati

Samp sfortunata, ma anche imprecisa in fase di conclusione, viene punita dalla concretezza dell’Inter

Più informazioni su

Milano. Qualche notizia di calciomercato, prima di commentare la prima partita della Primavera blucerchiata, impegnata contro l’Inter al Breda di Sesto San Giovanni.

Tutto fatto, ormai, per il talento senegalese Keita Baldé, già arrivato oggi  a Genova e pronto a fare – lunedì prossimo – le visite mediche, mentre, per usare la solita frase fatta, “permane grande ottimismo” anche per l’arrivo di Adrien Silva, seppur sul portoghese sia piombato anche il Valencia.

Quanto ad Antonio Marin, al di là del silenzio della Dinamo Zagabria, qualche dubbio alimenta anche la trattativa per portare a Bogliasco un altro Antonio, Candreva, che toglierebbe indubbiamente spazio al giovane croato.

Quanto a Kwadwo Asamoah, l’arrivo del  terzino ghanese sembra sia subordinato ad una sua rescissione di contratto con l’Inter, tale da poter consentire alla Samp di ingaggiarlo da svincolato.

Ed ora veniamo alla cronaca della sfida fra le “Primavere” di Inter e Samp, mandate in campo da Armando Madonna e Felice Tufano, con questi “undici”:

Inter: 1 Stankovic; 2 Moretti, 3 Dimarco, 4 Cortinovis, 5 Kinkoue, 6 Squizzato, 7 Vezzoni, 8 Mirarchi, 9 Esposito,             10 Oristanio, 11 Satriano.

Sampdoria: 1 Avogadri; 2 Aquino, 3 Obert, 4 Yepes, 5 Angileri, 6 Giordano, 7 Ercolano, 8 Siatounis, 9 Yayi Mpie,                   10 Trimboli, 11 Marrale.

Al 4° Stankovic (figlio d’arte, pur in ruoli diversi) esce con perfetto anticipo sui piedi di Yayi Mpie, a seguito di una ripartenza della Samp,  aggredita, in fase iniziale, dai nerazzurri.

Prende coraggio il Doria e all’11°,  Marrale è bravo a presentarsi al tiro dal limite, che però finisce sul fondo di un soffio.

Al 14° miracolo di Avogadri , che devia in angolo col corpo il tiro a botta sicura di Oristanio, che poi di testa mette il successivo corner sopra la traversa.

Al 23° Esposito, “in prestito” alla Primavera dalla prima squadra,  sblocca il risultato, raccogliendo un corto rinvio di Angileri su cross di Satriano, Inter in vantaggio per 1-0.

Al 26° ammonito capitan Trimboli, per un incauto fallo a metà campo.

Al 28° giallo anche per Siatounis.

Al 31° grande parata di Stankovic che impedisce il pareggio ad Yayi Mpie, “messo in buca” da un perfetto assist di Siatounis.

Al 43° ancora Stankovic tiene a galla l’Inter, “mettendoci una pezza” con una disperata uscita e deviando col corpo il tiro di Trimboli, presentatosi solo davanti a lui.

Replicano i milanesi, con Satriano che impegna di testa Avogadri alla deviazione in corner, prima dell’intervallo.

La Samp sta perdendo, ma gioca bene, procurandosi buone occasioni; in particolare buona prestazione del belga Yayi Mpie, che dimostra doti non comuni.

Si riprende con Krawczyk (centravanti olandese preso a gennaio dal Genk) al posto di Marrale.

Al 48° Siatounis cerca il goal con la “trivela”, mandando alle stelle un bel traversone di Ercolano.

Al 55°, nell’Inter, esce l’italo argentino  Vezzoni ed entra Sangalli, mentre al 62°, per la Samp, entrano Francofonte per Siatounis e Somma per Ercolano.

Al 69° non è perfetta l’imbucata di Trimboli per Yayi Mpie, cosicché  Stankovic  anticipa facile il belga.

Al 70° l’uruguaiano Satriano si prepara bene il tiro, ma poi “mastica” la sfera… tiro fuori.

Al 72° ancora Stankovic salva l’Inter, deviando in corner un bel colpo di testa di Yayi Mpie, sull’ennesimo cross di Giordano… Samp sfortunata, ma anche imprecisa in fase di conclusione.

Al 75° entrano, fra i nerazzurri,  Hoti per Cortinovis e Wieser per Mirarchi ed un minuto dopo Tufano rischia il tutto per tutto: fuori un terzino (Aquino) e dentro una punta (Gaggero).

Ma arriva  subito il 2-0, con Esposito che fa il rifinitore per Squizzato, che si aggiusta la palla col sinistro ed infila Avogadri col destro… brutta mazzata per la Samp, che fino a dieci minuti dal termine meritava, come minimo, il pareggio.

All’82° esce Satriano ed entra Bonfanti, mentre Fabbian sostituisce Squizzato.

All’84° Gaggero impegna ancora Stankovic, autore di una prestazione impeccabile… la vittoria dell’Inter è forse più merito suo che di Esposito.

Anche Francofonte ci prova col sinistro all’86°, ma la difesa interista gli devia il tiro in angolo.

All’87° Samp punita da Oristanio, che anche grazie ad una deviazione, spiazza Avogadri con la palla del 3-0

All’88° esce Trimboli ed entra Brentan, un titolare fisso della Primavera dello scorso anno.

Al 90° Angileri cerca il goal alla Quagliarella, con una rovesciata “in bicicletta”… palla fuori.

Samp punita oltre i suoi demeriti… ma nel calcio vince chi fa goal e l’Inter ne ha fatti tre.