Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, nomi pesanti: Keita Baldé e Danny Drinkwater, oltre a Adrien Silva

Nel mirino anche Carel Eiting e Stefano Sabelli

Più informazioni su

Genova. Partiamo con due righe sulla partitella in famiglia, disputata a Bogliasco, in sostituzione del match annullato col Torino…    Ranieri, pur mischiando le carte, qualche indicazione, in vista  della prima partita di campionato, contro la Juventus, l’ha data.

Entrambe le formazioni, infatti, sono state schierate col 4-4-1-1.   Per la precisione, con la pettorina arancione:: Audero; Bereszyński, Tonelli, Colley, Augello; Jankto, Palumbo, Capezzi, Damsgaard; Ramírez, Quagliarella.

Gli altri: Belec (Ravaglia);   Depaoli, Yoshida, Chabot, Murru; Léris, Thorsby, Vieira, Bahlouli; Verre, Bonazzoli.

La sfida, alquanto battagliata, è finita 4-4, con doppiette di Quagliarella e Verre e reti di Bonazzoli, Bahlouli (molto bella), Colley ed autorete di Chabot.

Tornando al mercato, sono nomi roboanti, quelli che   capeggiano i vari siti internet, nelle ultime ore…  Tutto sta a vedere se sono gli uomini mercato della Sampdoria ad “entrare in forma”, oppure se lo sono i giornalisti addetti al calciomercato…

Nome importante, è infatti quello di Keita Baldé, dato in procinto di un ritorno nella Serie A, con opzioni da scegliersi fra Cagliari, Sampdoria e Fiorentina, con quest’ultima preferita, nello stato avanzamento lavori. Che armi può contrapporre la Samp? Forse solo la simpatia di avere fra i suoi tesserati il fratellino, Ibourahima Baldé, tra l’altro in attesa di una sistemazione fra Pisa e Cittadella. L’attaccante – ex Lazio e Inter, ora in forza ai francesi del Monaco – al di là del costo del cartellino – ha un ingaggio off-limits per la Samp, quindi è destinato ad essere un sogno di fine estate…

Soluzione praticabile potrebbe, invece, essere quella di ingaggiare (in prestito con diritto di riscatto) Danny Drinkwater, perno del centrocampo del Leicester campione d’Inghilterra, nel 2016 con Ranieri, che – a sua volta – potrebbe mettere sul piatto della bilancia qualcosa di più della simpatia, per convincerlo a venire a Genova, a cercare un riscatto, dopo le deludenti stagioni al Chelsea ed il successivo girovagare in prestito a Burnley ed Aston Villa. Caratteristiche diverse, rispetto a Adrien Silva, ma Drinkwater rappresenterebbe in ogni caso una valida alternativa al portoghese.

Tuttavia, stando alle ultime notizie,  sembra che la pista croata, quella che porta al giovane  (classe 2001) Antonio Marin della Dinamo Zagabria, sia la preferita dagli uomini mercato della Samp, con l’auspicio che tale scelta non sia dettata esclusivamente da ragioni economiche, visto che si ipotizza un ingaggio basato su un prestito oneroso, con successivo diritto di riscatto. Vedremo se l’operazione avrà l’avallo del mister, che si troverebbe in gruppo un’altra pedina da far crescere e non si sa quanto utile nell’immediato, come invece risulterebbe uno a scelta, fra Adrien Silva, Daniel Drinkwater o anche Rade Krunić…

Profilo simile ad Antonio Marin, è quello di Carel Eiting, sia per la giovane età (questo è un ’98), sia per la limitata esperienza che ha maturato nel centrocampo dell’Ajax.

Per far eventualmente da spalla a Bartosz Bereszyński, le difficoltà incontrate  per arrivare a Salva Ferrer, sembrano aver indotto la Samp a puntare su una opzione ancor più low cost, vedi Stefano Sabelli, cresciuto nel Bari e maturato nel Brescia, con cui – nell’ultimo campionato – ha ben figurato in Serie A.

Passando ai giovani, nuova esperienza per  Cristian Hadžiosmanović, che dopo le avventure a Livorno, Reggina, Vis Pesaro e Monopoli  è stato sistemato, ancora in prestito, alla Casertana. Lo ha annunciato il sito ufficiale della Samp, con tanto di comunicato.

Anche L’Under 17 (del  2003) Emanuele Marra, terzino mancino è stato ceduto temporaneamente in Serie C, al Pontedera.

Intanto, fra i team di Serie B, il Cosenza che ha già avuto Wladimiro Falcone, sta cercando di ottenere anche Leonardo Capezzi e di nuovo  Mohamed Bahlouli,  che tuttavia si sta facendo in quattro per convincere Ranieri a mantenerlo in rosa.