Attacco

Rientro a scuola e classi affollate, Corso (Lega): “Azzolina si dimetta, vergognosa inadeguatezza”

Scuola studenti classe

Genova. “È vergognoso che a una settimana dall’inizio delle scuole ci sia ancora troppa poca chiarezza sul numero di presenze in aula e sulle modalità con cui gli studenti ricominceranno le lezioni”, lo scrive Francesca Corso, consigliera comunale genovese e candidata per la Lega alle prossime elezioni regionale.

Il caso, raccontato da Genova24, della protesta di alcuni genitori della Val Bisagno contro la creazione di una classe da 30 alunni viene ripreso dalla politica leghista per attaccare il governo e in particolar modo il ministero dell’Istruzione.

“Non più tardi di oggi, la notizia di alcuni genitori di Quezzi che, come tutte le famiglie di studenti, muovono legittima polemica e preoccupazione per la totale disorganizzazione di quello che sarà un anno scolastico senza precedenti”, sottolinea Corso.

“Il ministro Azzolina dimostra ancora una volta la sua totale incompetenza ed impreparazione ad affrontare l’emergenza Covid, rischiando di mettere a repentaglio l’anno scolastico in arrivo.
Regione Liguria intervenga per colmare l’inettitudine del Governo e per far sì che gli studenti possano tornare in classe in totale sicurezza”, conclude la candidata alle elezioni regionali della Liguria.

leggi anche
Generica
Il caso
Nell’era Covid il no dei genitori di Quezzi alla prima media con 30 alunni in una sola classe