Quantcast
Grip road

Ponte San Giorgio, carreggiate chiuse per due notti e corsie ridotte per lavori sull’asfalto

Ecco il calendario degli interventi programmati a partire da lunedì 7 settembre, si tratta quasi sempre di cantieri notturni

Genova. A partire dalla seconda settimana di settembre si procederà ad alcune lavorazioni di completamento del Ponte Genova San Giorgio, secondo un calendario definito. Lo comunica la struttura commissariale, che continua a restare attiva fino a quando i lavori non saranno completamente ultimati e l’opera non sarà in toto consegnata (per ora lo è stato solo l’impalcato, dove scorre il traffico).

Gli interventi – già previsti in fase progettuale – riguarderanno principalmente il manto stradale. Per procedere al cosiddetto grip road, utile a ottimizzare l’aderenza del tappeto di usura in alcuni tratti del ponte, era infatti necessario aspettare la “gommatura” del primo strato di asfalto, cosa che poteva avvenire solo dopo un mese dalla messa in esercizio del viadotto, avvenuta come noto lo scorso 4 agosto.

Come si fa. L’operazione sarà realizzata con l’ausilio di due mezzi specifici e un compattatore stradale. Il primo mezzo, dotato di un braccio rotante, distribuirà sull’asfalto una resina polimerica. Il secondo mezzo, che seguirà il primo nel suo tracciato muovendosi in retromarcia, spargerà sulla resina appena stesa una graniglia in bauxite. L’intervento si concluderà con il passaggio del compattatore stradale (rullo).

Il calendario delle operazioni è stato studiato per impattare il meno possibile sulla fruibilità del iadotto, potendo anche contare, per la maggior parte della lunghezza del ponte, sulla disponibilità della terza corsia di emergenza, che non era presente nel vecchio tracciato. E’ stata prevista la temporanea chiusura di una carreggiata di marcia, in modo alternato: una scelta dettata da esigenze di maggior tutela degli operai e dei tecnici che saranno al lavoro sulla strada, data la dimensione dei mezzi necessari per eseguire le operazioni di grip road.

Nei punti del tracciato stradale in cui è assente la corsia di emergenza (terrapieno lato Coronata direzione Ventimiglia – rampa di svincolo direzione Genova) l’ingombro dei mezzi non permette infatti di circoscrivere la zona necessaria per eseguire l’ intervento in sicurezza, se non riservando ai lavori in corso entrambe le corsie disponibili.

La chiusura di una carreggiata sarà limitata a due notti: lunedì 7 settembre (carreggiata ovest, direzione Ventimiglia) e mercoledì 9 settembre (carreggiata est, direzione Genova).

Intanto procedono anche tutti gli altri interventi di rifinitura del viadotto, che non erano propedeutici all’apertura al traffico, quali il completamento dell’impianto fotovoltaico, la verniciatura delle velette, il completamento dell’illuminazione scenografica, la posa dei binari per il sistema robotico di pulizia e l’ installazione delle barriere fonoassorbenti.

Il calendario degli interventi programmati:
Lunedì 7 settembre 2020 dalle 21.30 alle 6:
– chiusura della carreggiata ovest (direzione Ventimiglia)
– chiusura parziale corsia di sorpasso carreggiata est (direzione Genova)
Martedì 8 settembre 2020 dalle 22:
– chiusura parziale corsia di marcia lenta carreggiata est (direzione Genova)
La corsia resterà chiusa fino a fine lavori – entro il 14 settembre – per permettere contestualmente
l’installazione di barriere fonoassorbenti in uscita dalla galleria di Coronata e l’installazione di
barriere stradali in sostituzione dei new jersey attuali.

Mercoledì 9 settembre 2020 dalle 22 alle 6:
– chiusura notturna carreggiata est (direzione Genova)
– chiusura parziale corsia di sorpasso carreggiata ovest (direzione Ventimiglia)
Giovedì 10 settembre 2020 dalle 22 alle 6:
– chiusura parziale corsia di marcia lenta carreggiata ovest (direzione Ventimiglia)
Venerdì 11 settembre 2020 dalle 22 alle 6:
– chiusura parziale corsia di sorpasso carreggiata ovest (direzione Ventimiglia)