Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Non bastano le sbarre per rinchiudere l’anarchia”: presidio degli anarchici in piazza De Ferrari

La manifestazione in solidarietà con gli imputati del processo d'appello in corso a Torino per l'operazione Scripta Manent

Genova. Presidio in piazza De Ferrari a Genova da parte di un gruppo di anarchici in solidarietà con gli imputati del processo d’appello relativo all’indagine nota come Scripta Manent. Il processo, in corso a Torino, vede imputati 23 anarchici tra cui Alfredo Cospito e Nicola Gai, già condannati per il ferimento del manager genovese di Ansaldo Energia Roberto Adinolfi.

Gli imputati sono accusati a vario titolo di associazione sovversiva con finalità di terrorismo per aver dato vita alle cellule note come Fai-Fri, responsabili di azioni dirette e attentati. Il processo di primo grado si era concluso con 5 condanne (Anna Beniamino a 17 anni, Alfredo Cospito a 20 anni, Nicola Gai a 9 anni, Marco Bisesti, a 5 anni, Alessandro Mercogliano a 5 anni) e 18 assoluzioni. 

A Genova gli anarchici hanno srotolato uno striscione in piazza De Ferrari con scritto: “Non bastano le sbarre per rinchiudere l’anarchia”