Quantcast
Ieri pomeriggio

Marassi, picchia la madre e minaccia il suicidio: poi tenta di fuggire liberandosi di un coltello

Un anno fa in un episodio quasi identico aveva accoltellato un poliziotto

volante

Genova. Ha picchiato la madre sferrandole un calcio, poi si è chiuso in camera con la fidanzata minacciando il suicidio. E’ successo ieri pomeriggio in piazza Marassi. A chiamare la polizia i genitori del ragazzo, un 22enne che si trova agli arresti domiciliari, che un anno fa aveva costretto i poliziotti a un intervento molto delicato in cui un agente era rimasto ferito.

Per questo gli agenti hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco e del 118

Il 22enne, mentre gli operatori erano occupati nelle varie fasi del soccorso, si è allontanato uscendo da una finestra posta sul retro dell’abitazione ma è stato raggiunto e bloccato subito dopo.

Dalle successive acquisizioni delle immagini di videosorveglianza è stato possibile accertare che il ragazzo durante la fuga si è liberato, gettandolo in un cespuglio, di un coltello che è stato ritrovato e sequestrato.

Il ragazzo è stato arrestato e si trova ora nel carcere di Marassi.

Più informazioni