Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Le bici potranno andare contromano su alcune strade, Corso (Lega): “Impensabile”

Polemiche sulle modifiche al codice della strada introdotte dal nuovo decreto Semplificazioni

Più informazioni su

Genova. “Le modifiche introdotte dal dl Semplificazioni al codice della strada dimostrano ancora una volta l’incapacità del governo di prendere decisioni”. Lo dichiara il candidato della Lega alle elezioni regionali, Francesca Corso.

Il nuovo decreto prevede tra le altre cose che le bici possano circolare contromano. Lo faranno unicamente su strade urbane con limite a 30 km/h o nelle Ztl e ”indipendentemente dalla larghezza della carreggiata, dalla presenza e dalla posizione di aree per la sosta veicolare e dalla massa dei veicoli autorizzati al transito”.

Con il Dl Semplificazioni, oltre alla ridefinizione della corsia ciclabile – che potrà essere impegnata anche da altri veicoli come i bus o attraversata – debutta la cosiddetta strada urbana ciclabile. Ha un’unica carreggiata, banchine pavimentate e marciapiedi, con limite di velocità non superiore a 30 km/h.

“La legge, fortemente voluta dal Movimento 5 stelle, non tiene conto del traffico delle grandi città, dove è impossibile pensare di concedere alle biciclette di percorrere le strade contromano. Non solo, impensabile è richiedere a un netturbino, che non conosce le normative del codice della strada, di elevare contravvenzioni”.

“La legge, che secondo il governo dovrebbe semplificare, complica le regole e potrebbe portare ad un aumento esponenziale delle sanzioni amministrative su danni dei conducenti. Come Lega daremo battaglia affinché queste scelte ideologiche dei 5 stelle vengano cancellate”, conclude Corso.