Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Russa bacchetta Bucci: “Piste ciclabili troppo invasive, ho visto due bici e 100 auto in coda”

"Facciamo un test per un mese. Se servono bene, altrimenti troviamo il modo che non siano così massive queste piste"

Più informazioni su

Genova. Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato e storico volto della destra italiana, bacchetta il sindaco Marco Bucci sulle piste ciclabili. Succede a margine dell’evento conclusivo della campagna elettorale di Fratelli d’Italia per le regionali, prima dell’arrivo della leader Giorgia Meloni che ha tenuto il comizio davanti a decine di militanti.

Generica

“Vorrei chiedere al sindaco di rivedere queste piste ciclabili così invasive. Ci vogliono, è giusto che ci siano, ma ho visto due biciclette passare e 100 macchine in coda a due chilometri all’ora”, ha lamentato La Russa dopo essere rimasto a sua volta in coda per raggiungere la location dell’evento in corso Italia.

Facciamo un test per un mese. Se servono bene, altrimenti troviamo il modo che non siano così massive queste piste. Lo dico da milanese che viene a Genova e che vorrebbe che fosse come a Venezia dove non c’è la possibilità di fare piste ciclabili”, ha aggiunto davanti ai giornalisti.

A dargli manforte poi è stata la stessa Giorgia Meloni che dal palco ha preso di mira le misure a favore della mobilità sostenibile decise dal governo: “Il bonus monopattino? Per loro era la priorità. Sono norme scritte da gente che abita in centro e lavora in centro, vaglielo a dire a un pendolare che deve andare a lavorare col monopattino, vaglielo a dire a chi vive nell’hinterland”. E giù applausi davanti a Bucci che invece aveva annunciato una rete ciclabile in grado di coprire tutte le direttrici cittadine.