Quantcast
Punto chiave

Infrastrutture, Gambino (FdI): “Puntare su opere strategiche per il territorio”

Il candidato: "Occorre alzare la voce in Europa per sbloccare i fondi necessari, ma soprattutto velocizzare le procedure burocratiche"

Genova. “Non possiamo più aspettare: la Liguria ha bisogno di infrastrutture moderne ed efficienti”. Non ha dubbi Antonino Sergio Gambino, consigliere delegato alla Protezione civile della Giunta Bucci, candidato alle Regionali del 20 e 21 settembre con Fratelli d’Italia.

“La nostra Regione necessita di una logistica all’avanguardia: l’estrema difficoltà in cui versa la viabilità ligure da qualche mese a questa parte lo ha dimostrato chiaramente. Sono bastati alcuni cantieri a paralizzare la nostra regione, con danni economici ingenti che non possiamo più permetterci di sostenere. Dobbiamo lavorare per impedire che gli operatori portuali abbandonino il nostro scalo, com’è purtroppo accaduto in questi mesi”.

È per questo che la futura Amministrazione Regionale dovrà puntare sulla realizzazione di opere strategiche: dalla Gronda al Retroporto, dal raddoppio ferroviario al ribaltamento a mare di Fincantieri – dice Gambino – Tutte opere realizzabili solo alzando la voce in Europa per sbloccare i fondi necessari, ma soprattutto velocizzando le procedure burocratiche per consentire l’utilizzo dei fondi già stanziati: “La Giunta che guiderà la Liguria nei prossimi cinque anni dovrà far sì che il porto di Genova raddoppi la movimentazione di container e merci, incentivando l’incremento occupazionale e perciò la ricchezza della nostra Regione”.