Quantcast
Idee in movimento

In 100 con Sansa a camminare all’Alpesisa: “Senza i giovani la Liguria muore” fotogallery

Un modo originale per scambiarsi - in quota e in uno degli splendidi angoli naturali di entroterra - le idee su un tema cruciale: il calo demografico

Genova. Nonostante il caldo, e nonostante la chiamata “della spiaggia”, ben un centinaio di persone, in buona parte giovani, hanno trascorso la giornata in cammino sui monti genovesi insieme al candidato presidente della Regione Liguria Ferruccio Sansa.

Un modo originale per scambiarsi le idee su un tema cruciale della campagna elettorale: come invertire la tendenza del crollo demografico della Liguria, una regione che ha perso 48 mila residenti negli ultimi 7 anni e ne perderà 186 mila nei prossimi 15, secondo le proiezioni.

“Quello di oggi – ha commentato Sansa dall’Alpesisa, il monte alto 989 metri al culmine della camminata – era uno degli appuntamenti più importanti della campagna elettorale. Il nostro impegno da ora in avanti sarà quello di fare della Liguria una regione per giovani. Oggi è la regione più anziana d’Italia e quindi d’Europa e forse del mondo. Senza i giovani siamo destinati a non sopravvivere. E’ una questione scientifica, guardiamo i dati sulla natalità. Senza i giovani, i loro studi, le loro idee, il loro dinamismo, il loro coraggio, persino le loro tasse, la Liguria non può andare avanti”.

Dobbiamo puntare tutto su di loro, dobbiamo tenere qui i nostri giovani e attirarne altri da altre regioni. Dobbiamo fare in modo che vengano qui, si incontrino, scambino le loro idee e le possano realizzare in Liguria. lo dobbiamo fare anche per le persone che giovani non sono, perché hanno bisogno di un aiuto e di una prospettiva”, continua Sansa.

“Senza i giovani muoiono i servizi, come dimostrano purtroppo tante esperienze, sia nei paesi sia ad esempio nel centro storico di Genova, dove sono stato ieri l’altro. E di questo soffrono soprattutto gli anziani. Siamo venuti qui a quasi mille metri per parlarne con tanti ragazzi e prenderci tutti insieme questo impegno. Ci vorrà un po’ di fatica, come quella che abbiamo fatto per salire fin quassù, ma farla insieme sarà piacevole”, prosegue il candidato di Pd e M5s.

Giacomo D’Alessandro, uno dei giovani presenti e candidato della Lista Sansa, ha osservato: “In tutta Europa si sta affermando questo modo di conoscere e riflettere, spesso più efficace di convegni che richiamano tante persone e di cui poi ci si dimentica presto: camminare a passo lento e lentamente conoscere persone, instaurare relazioni, scambiarsi progetti. Il fatto che Sansa abbia deciso, nel pieno della campagna elettorale e con l’agenda densa di appuntamenti, di dedicare una giornata a questo modo di incontrarsi, segna una differenza. Piaccia o non piaccia una differenza grossa del modo di approcciare questo territorio. Una differenza che ha a che fare con la qualità, non con la quantità. Questa qualità può lentamente permeare tutta la Liguria”.