Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova saluta la ripartenza di Costa Crociere. E per Natale si regala il debutto della “Firenze”

Da Genova oggi il primo viaggio nel Mediterraneo Occidentale dopo il lockdown. Thamm rilancia: "Il nuovo terminal a Calata Gadda? Ne abbiamo bisogno"

Genova. Con 500 passeggeri a bordo e stringenti norme anti contagio parte oggi da Genova Costa Diadema, la prima della compagnia di crociere a prendere il mare della Liguria. Sarà un viaggio riservato a passeggeri italiani e toccherà solo porti italiani: le prossime tappe saranno Civitavecchia, Napoli, Palermo, Cagliari e La Spezia.

Generica

Ma le novità non finiscono qui. Perché Costa Firenze, la nuova nave della compagnia in costruzione presso lo stabilimento Fincantieri di Marghera, debutterà il 27 dicembre proprio da Genova con crociere sempre nel Mediterraneo occidentale, che faranno scalo sotto la Lanterna e alla Spezia tutte le settimane. E proprio a Genova potrebbe essere celebrato anche il battesimo della nuova nave. “Non abbiamo ancora deciso – spiega Michael Thamm, amministratore delegato del gruppo Carnival – ma la nave è nella fase finale della sua costruzione, mancano solo tre mesi. Comunque farà scalo in Liguria”.

Una nave che sarà espressione dell’inimitabile gusto italiano, il cui design trae ispirazione dal Rinascimento fiorentino nel suo massimo splendore. I suoi ospiti potranno gustare una vacanza di sette giorni nel Mediterraneo occidentale piena di stile e raffinatezza, che permetterà di visitare Savona, La Spezia, Napoli, Valencia, Barcellona e Marsiglia.

Le Crociere Costa tornano a Genova: parte Costa Diadema

Sempre aperta la partita per il nuovo terminal di Costa Crociere a Calata Gadda, dopo che l’ultima volta Thamm aveva espresso cautela. “Non abbiamo fermato nulla sul nuovo terminal – risponde oggi il Ceo di Carnival – ricorderete che abbiamo riportato la prima nave a Genova l’anno scorso come inizio di un lungo processo per portare più benefici a Genova e parte di questo è la necessità di avere un nuovo terminal perché Genova non può gestire queste grandi navi attualmente. Andremo avanti col progetto di Calata Gadda non appena le autorità ci daranno il semaforo verde. Ci auguriamo che sia pronto nel 2022-2023 quando arriverà la nostra seconda nave a Lng”.

E continua il pressing per avere un deposito di Lng direttamente in porto: “Per noi sarebbe un grande vantaggio – spiega Thamm -. Genova ha le dimensioni e la potenza per costruire l’infrastruttura. Noi Possiamo aiutare con le nostre competenze”.

La Liguria sarà comunque la grande protagonista della ripartenza di Costa, con un totale di circa 80 scali da oggi sino alla fine della stagione invernale 2020/21. Dal 10 ottobre Savona sarà il porto di partenza dell’ammiraglia Costa Smeralda (leggi qui), prima nave della compagnia alimentata a gas naturale liquefatto, che offrirà un itinerario di una settimana nel Mediterraneo occidentale. Dopo una serie di crociere per il mercato francese, da novembre anche Costa Diadema si sposterà a Savona, per offrire crociere di 12 giorni alle isole Canarie e di 14 giorni in Egitto e Grecia. Inoltre, dal 22 ottobre sino a metà dicembre, alla Spezia arriverà anche AIDAblu di AIDA Cruises, marchio tedesco del gruppo Costa, nell’ambito di un itinerario di sette giorni dedicato interamente all’Italia.

Le crociere Costa dal 27 settembre in avanti saranno disponibili per tutti i cittadini europei residenti nei Paesi indicati nell’ultimo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri.

Le Crociere Costa tornano a Genova: parte Costa Diadema

L’imbarco degli ospiti di Costa Diadema per la prima partenza da Genova ha seguito le procedure previste dal Costa Safety Protocol, il protocollo che contiene nuove procedure operative relative a ogni aspetto dell’esperienza in crociera, sia a bordo sia a terra. Le procedure, studiate con il supporto scientifico di esperti indipendenti in sanità pubblica, sono conformi ai protocolli sanitari definiti dalle autorità italiane ed europee, e in alcuni casi sono ancora più restrittive.

All’arrivo alla Stazione Marittima di Genova, avvenuto in fasce orarie differenziate grazie al check-in online, ogni ospite è stato sottoposto al controllo della temperatura corporea, alla verifica del questionario sanitario e a un test con tampone antigenico, con la possibilità di un ulteriore test con tampone molecolare per i casi sospetti. Prima dell’imbarco anche l’equipaggio è stato sottoposto a test con tampone molecolare in momenti diversi, ed ha osservato un periodo di quarantena di 14 giorni. Il test sull’equipaggio viene inoltre ripetuto una volta al mese.

Le Crociere Costa tornano a Genova: parte Costa Diadema

Le destinazioni comprese nell’itinerario di Costa Diadema, a partire dalla prossima tappa di Civitavecchia/Roma, potranno essere visitate esclusivamente con escursioni protette organizzate dalla compagnia in gruppi ristretti di persone, con controllo della temperatura prima di uscire e di rientrare a bordo, e utilizzo di mezzi igienizzati.

L’offerta a bordo della nave è stata ridisegnata secondo le procedure del protocollo di sicurezza, ma senza rinunciare agli elementi caratteristici della vacanza in crociera, anche grazie al distanziamento fisico favorito dalla riduzione della capienza della nave. Ad esempio, gli spettacoli vengono ripetuti più volte per gruppi ristretti di persone; i ristoranti offrono solo il servizio al tavolo; la capacità delle sedute nei teatri, show lounge, bar e ristoranti è stata rivista per tenere conto del distanziamento fisico; per alcune aree, come spa, piscine, miniclub per bambini, sono previsti ingressi scaglionati con un numero limitato di persone alla volta.

Sono state inoltre intensificate le attività di sanificazione e igienizzazione di tutti gli ambienti di bordo, comprese le cabine, e sono stati potenziati i servizi medici.

Ulteriori misure a garanzia della sicurezza sono l’utilizzo della mascherina quando necessario, gli erogatori con gel igienizzante per le mani e la misurazione della temperatura corporea garantita in qualsiasi momento tramite dispositivi elettronici self-service presenti a bordo.