Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Fuori il razzismo dai nostri quartieri”: giovedì a Sampierdarena presidio contro Matteo Salvini

"I nostri quartieri non accettano la passerella elettorale e il messaggio salviniano di odio"

Genova. Ancora una protesta a Genova contro il leader della Lega Matteo Salvini. A poche settimana dal tour a Oregina, che era stato accompagnato da un presidio del centro sociale Terra di nessuno tenuto a grande distanza dalla polizia e da una protesta ravvicinata ma pacifica di un folto gruppo di studenti, per questo giovedì è stato annunciato un nuovo presidio, in concomitanza con l’incontro di Salvini in piazza Settembrini con i simpatizzanti del Carroccio.

“A pochi giorni di distanza dalla visita nel quartiere del Lagaccio – scrive Genova antifascista che convoca la protesta – Salvini si presenterà nel quartiere proletario e meticcio di Sampierdarena. Chi vive questi quartieri sa bene che cos’è il tanto citato “degrado” e chi ne sono i responsabili. La trasformazione delle periferie in quartieri dormitorio, la chiusura di tante piccole botteghe e il conseguente abbandono della vita comunitaria che garantisce un importante disincentivo alla criminalità è causata dalle politiche dei governanti che favoriscono i guadagni delle grandi multinazionali con la costruzione dei grandi centri commerciali e dei tanti supermercati. Per non parlare del welfare sempre più scarso e la mancanza di spazi di aggregazione”.

Proprio due giorni fa in piazza Settembrini “è stata montata una cancellata per la modica cifra di 40.000 euro – ricorda Genova antifascista – questa è la loro idea di piazza come punto di scambio e socialità tra le persone, chiusa da una cancellata”.

“Siamo convinti che sia necessario affermare con forza che i nostri quartieri non accettano la passerella elettorale e il messaggio salviniano di odio e continua campagna elettorale a danno degli ultimi – prosegue la nota – noi ci saremo, ma vorremmo che il quartiere con striscioni e bandiere ricordasse a certi personaggi che Genova è stata, è e sarà antifascista, accogliente e meticcia”. L’appuntamento per il presidio è alle 15 in piazza Montano. Il segretario della Lega dovrebbe arrivare nella non lontana piazza Settembrini intorno alle 15.45.