Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elena Putti, la candidata del Pd diventa un fumetto “per smascherare Toti & C” fotogallery

Il programma politico diventa una striscia

Più informazioni su

Genova. “Come possiamo coinvolgere le persone sul nostro programma in modo originale, ironico e unico?” Questa fu una delle prime domande poste dalla candidata alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre per il PD Elena Putti al suo staff. Elena è la classica politica “del fare” alla guida dal 2017 del circolo Antonietta Sciutto di Albaro uno dei circoli più attivi e proficui del PD. La contrapposizione della politica del ‘fare’ contro quella dell’ ‘apparire’ dei suoi avversari politici.

Educazione, rispetto dell’avversario e molta ironia sono le doti di Elena accompagnate da una preparazione ferrea e quasi pignola su ogni argomento. Un fumetto, un fumetto dove la nostra eroina contrappone il fare all’apparire. È nato così la striscia satirica di Elena contro i Totiani. Aiutata dal caro amico Andrea Piccardo, fumettista colto e raffinato nonché attivista per i diritti degli abitanti del centro storico, Elena si è trasformata nella nostra eroina genovese, pronta a risolvere ogni situazione critica e a risanare le magagne dei suoi avversari.

Nella prima puntata l’eroina Elena Putti cerca di sventare l’ennesima inaugurazione da parte di Toti e company. Una striscia divertente e satirica per porre l’attenzione sulla proposta dinamica e vivace per un programma approfondito e propositivo sullo sviluppo economico, green, sociale e infrastrutturale della città di Elena Putti.

Nel secondo episodio di questa mini saga Elena Putti è alle prese con il “Mistero di Alisa”. La tavola ripercorre ironicamente la fallimentare gestione del Covid-19 da parte di Alisa e gli innumerevoli interventi televisivi di un noto primario genovese diventato, ormai, una star della tv. Anche questa volta Elena Putti o come ormai è meglio conosciuto l’eroina rossa, chiederà risposte a nome dei cittadini cogliendo il Governatore completamente impreparato.

Il programma della candidata, in netta opposizione con quello della destra, mira ad un efficiente e razionale gestione pubblica della sanità anche attraverso le case della salute che potranno, quindi, alleggerire il lavoro degli ospedali. L’imminenza della data elettorale non permetterà a Piccardo di produrre una ulteriore tavola ma ci auguriamo che le gesta della super Putti possano continuare nel tempo a regalarci un sorriso.