Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, Liguria rimane nella lista nera svizzera: da domani scatta la quarantena per chi rientra

"Impossibile differenziare per località": la nostra regione unico caso italiano

Più informazioni su

Genova. Tutta la Liguria rimane nella “lista nera” della Svizzera, dove sono elencate le zone a rischio per i contagi da covid-19: da domani, lunedì 28 settembre, quindi, chiunque tornerà nei confini della confederazione elvetica proveniente da tutto il territorio ligure, dovrà osservare una quarantena di 14 giorni.

La conferma è arrivata dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) che nella giornata di ieri ha spiegato che la situazione epidemiologica degli stati confinanti viene valutata su base regionale, essendo impossibile differenziare su base delle località. Secondo quanto specificato dall’ente, un’area entra nella lista se registra più di 60 nuove infezioni ogni 100’000 abitanti negli ultimi 14 giorni. E in Liguria questo dato si attesta attualmente a 80, unico caso in Italia.

Niente da fare, quindi, per le istituzioni italiane che in queste ore si sono attivate a tutti i livelli per far rivedere questa decisione, o per lo meno di renderla limitata alle sole zone specifiche più colpite. “Le autorità svizzere tornino su una decisione che risulta falsata da dati disomogenei sul territorio regionale – aveva scritto il governatore Giovanni Toti in una lettera ufficiale al console elvetico in Italia – o in subordine limitino le proprie prescrizioni alle sole aree regionali maggiormente colpite dal contagio». Ma la sanità svizzera, per il momento, tira dritto.

(foto Ansa EPA/LAURENT GILLIERON)