Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, in Liguria rallenta il trend dei nuovi positivi (+40) ma ci sono 3 morti

Sale a 15 il numero delle terapie intensive, uno dei decessi a Genova

Più informazioni su

Genova. Sono 40 i nuovi positivi in Liguria in base al bollettino di oggi di Alisa-Regione in flusso per il ministero della Sanità. Un numero nettamente inferiore rispetto a quello dei giorni scorsi, anche se ancora piuttosto alto, ma comunque relativo all’analisi di 2.295 tamponi effettuati. Dei nuovi positivi oggi la gran parte è relativa all’asl 3 genovese, con 21 nuovi casi, di cui 13 contatti di caso confermati e 8 risultati dall’attività di screening. Nello spezzino “solo” 11 nuovi casi.

Al momento in Liguria i casi di Covid attivi sono 2529, di cui 1024 a Genova, 879 alla Spezia, 213 a Savona e 125 a Imperia. Altri 95 casi sono relativi a persone estere e da fuori regione. 193 tamponi sono in fase di verifica.

Tre decessi registrati oggi, quello di un uomo di 87 anni, genovese, alla clinica di Malattie infettive del San Martino di Genova, quello di un 81enne a Sarzana e quello di una donna di 71 a Savona.

Solo una persona in più il saldo degli ospedalizzati (150 in tutto) rispetto a ieri, ma sono tre in più quelli in terapia intensiva (15), 6 dei quali al San Martino di Genova.

“La situazione del cluster nel centro storico di Genova non ci vede particolarmente allarmati, non ci sono arrivate ulteriori segnalazioni e con i numeri attuali non prevediamo di mettere in atto misure particolari”. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti durante il punto stampa Covid di oggi nella sala della trasparenza.

“Nell’area metropolitana genovese ci sono stati 21 nuovi casi, verosimilmente la metà dei 2295 tamponi effettuati in Liguria sono riferiti a Genova – continua Toti – possiamo confermare che il contagio è maggiore fra i cittadini di alcune nazionalità non italiane, anche i pazienti in ospedale sono soprattutto del Bangladesh e di Capo Verde, ma al momento non abbiamo particolari allarmi e anche la pressione sulla città di Genova non ci mette in allerta”. Oggi in Liguria sono stati registrati dal bollettino di Alisa 40 nuovi casi.

“Si segnalano poi due situazioni relative alle scuole – continua Toti – a Ventimiglia una maestra è risultata positiva e quindi ha fatto scattare le misure di profilassi previste dal ministero, lo stesso è accaduto per un liceale del Tigullio, anch’egli trovato positivo”. Toti ha parlato anche dei dieci pazienti ricoverati al Gaslini: “Cinque mamme e cinque bambini, nessuno in condizioni gravi”.

Il direttore generale del Gaslini Paolo Petralia, sempre in conferenza stampa, ha aggiunto che si sta procedendo alla dimissione del nucleo familiare del Bangladesh composto da madre, fratellino e sorellina di cui fa parte la bambina iscritta all’asilo nido genovese dove ieri sono scattate le misure di tracciamento.