Quantcast
Trasferimento

Cambio ai vertici dell’arma dei carabinieri: il tenente colonnello Paolo Sambataro lascia Genova

Al suo posto il maggiore Francesco Filippo. Tra le operazioni rilevanti le indagini sul delitto di Lumarzo

Genova. Lascia il comando provinciale dei carabinieri di Genova il tenente colonnello Paolo Sambataro, comandante del nucleo investigativo. Sambataro era arrivato a Genova a settembre del 2016, insieme al colonnello Alberto Tersigni, comandante del nucleo operativo. Prenderà servizio all’ufficio cerimoniale del comando generale di Roma.

Al suo posto arriva il maggiore Francesco Filippo, che ha guidato negli ultimi 4 anni la compagnia dei carabinieri di Casoria nel napoletano.

Molte le indagini che il colonnello Sambataro ricorda in questi quattro anni, a cominciare da quello che lui ricorda come il “battesimo di fuoco”, vale a dire il delitto di Lumarzo con la scoperta nel bosco del cadavere di un fungaiolo trovato senza testa. A ucciderlo era stato il nipote Claudio Borgarelli, arrestato dai carabinieri dopo settimane di complesse indagini e intercettazioni ambientali.

Tra le altre indagini di rilievo quella nota come Pret è porter che ha sgominato una gang dedita al narcotraffico che importava tonnellate di droga via Marocco e Spagna. Indagine sempre relativa allo spaccio di sostanze stupefacenti è la recente operazione Barbablù, con quattordici ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Genova a carico di altrettanti membri di due sodalizi criminali collegati che si occupavano di rifornire il mercato genovese.

Questa mattina nell’ambito dei saluti al tenente colonnello, il gruppo cronisti liguri ha consegnato a Sambataro una targa ricordo.