Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Busalla, mister Gianfranco Cannistrà: “I tanti giovani in campo si sono dimostrati all’altezza della situazione” fotogallery

Federico Ferrando: "È stata una bella partita maschia, chi ha giocato non ha fatto rimpiangere quelli fuori"

Busalla. Seconda partita di Coppa Italia di Eccellenza e secondo pareggio per il Busalla, che impatta 2 a 2 contro il forte Ligorna.

Calcio, Coppa Italia di Eccellenza: Busalla vs Ligorna

Mister Gianfranco Cannistrà commenta così la partita: “È andata benissimo, sono stra soddisfatto perché comunque anche oggi abbiamo giocato con tanti giovani e si sono dimostrati all’altezza della situazione, quindi non posso che essere soddisfatto”.

Sei giovani in campo fin da subito, a dimostrare di come il Busalla Calcio li tenga in considerazione. “Questo è uno degli obiettivi miei e della società, quindi cerchiamo sempre e comunque di valorizzare i nostri giovani – sottolinea il tecnico -. Nel secondo tempo sono entrati due 2001 e due 2004, quindi questo ci fa capire la nostra volontà qual è, cercare di lanciare più giovani possibili, soprattutto del nostro vivaio, perché la maggior parte sono del nostro vivaio. Oggi, contro una squadra super attrezzata come il Ligorna, hanno dimostrato di poter stare in questa categoria“.

È stata una partita vera – dice Cannistrà -. Prima di iniziare ai ragazzi l’ho detto, oggi sarà una partita vera, e così è stato, sia a livello di intensità mentale e soprattutto fisica è stata dura, però ho visto che fino al novantacinquesimo abbiamo corso e lottato come loro e questo mi fa ben sperare per l’inizio del campionato della settimana prossima”.

Il risultato è proprio l’ultima cosa che guardo, quando inizia la partita. Quello che interessa a me, e lo dico sempre anche ai ragazzi, è la prestazione – ribadisce Cannistrà -. Se noi facciamo una prestazione come si deve il risultato viene per forza. Non sto mai a guardare se mi accontento di un punto, chi ho davanti, perché è normale, massimo rispetto per tutti, però la nostra identità deve esserci qualunque squadra incontriamo, quindi non mi aspettavo niente e sono comunque soddisfatto di questo risultato proprio per la prestazione“.

Federico Ferrando, autore del primo gol dei biancoblù, commenta: “È stata una partita bella, abbastanza maschia, siamo andati subito in svantaggio, poi abbiamo avuto fortuna di recuperarla, poi abbiamo preso un gol dovuto sicuramente al sole perché non vedevamo la palla nessuno e il nostro povero portiere l’ha fregato. Poi abbiamo dato una buona prova, abbiamo giocato bene. Sicuramente abbiamo qualche assenza, però chi ha giocato non ha fatto rimpiangere quelli fuori“.

“Nonostante i due allenatori sono due che vogliono che si giochi la palla, si giochi un bel calcio, è stata una bella partita anche maschia, ce le siamo date di santa ragione, però sempre nel rispetto di tutto e di tutti. Io mi aspettavo di vincere – conclude Ferrando -, volevo vincere. Però va bene così”.