Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Bus gratis per tutti i liguri”, la proposta di Sansa per il trasporto pubblico in Liguria

"Vogliamo garantire a tutti i residenti in Liguria la possibilità di viaggiare gratuitamente su autobus sicuri, puliti e con tempi di percorrenza certi"

Genova. “La mobilità è un diritto e risponde anche a esigenze sociali: noi vogliamo garantire a tutti i residenti in Liguria la possibilità di viaggiare gratuitamente su autobus sicuri, puliti e con tempi di percorrenza certi. Una proposta certamente molto ambiziosa, ma economicamente sostenibile e in linea con le sperimentazioni in corso in molti Paesi europei e in Emilia-Romagna”.

Con queste parole il candidato presidente di Regione Liguria Ferruccio Sansa rilancia sul tema del trasporto pubblico, arrivando a proporre la gratuità per i viaggi in bus nelle quattro province della nostra regione.

“Il crollo del ponte Morandi di due anni fa ha messo a nudo le difficoltà di spostamento per i cittadini della nostra regione – scrive in una nota stampa – ed è per questo importante incentivare fortemente il trasposto pubblico per garantire un servizio capillare che possa permettere ai liguri di raggiungere ogni angolo della nostra regione”.

Ma “Oggi il trasporto pubblico su gomma non è competitivo e obbliga le persone a spostarsi con il proprio mezzo, con ingenti costi privati come pedaggi, parcheggi e carburante e costi a carico della collettività a causa del pesante inquinamento e i gravi ritardi causati dalle code interminabili, senza dimenticare che di fatto già oggi il trasporto pubblico è a carico di tutti i cittadini, poiché i ricavi da bigliettazione coprono appena il 30% dei costi sostenuti dai comuni”.

Da qui la proposta: “Grazie a fondi ministeriali ed europei avvieremo un piano per il rinnovo totale del parco mezzi in cinque anni, rendendo gli autobus liguri efficienti, moderni e a ridotto impatto ambientale, con mezzi euro 6, ibridi ed elettrici. I ridotti consumi porteranno importanti risparmi e non vedremo più autobus che vanno a fuoco o fumi neri dalle marmitte. Un’attenzione particolare sarà rivolta al personale: garantiremo i fondi per permettere un adeguato turn-over del personale, retribuzioni eque e, soprattutto, la sicurezza di autisti, controllori e verificatori.

 Avvieremo inoltre una cabina di regia con le aziende di trasporto e gli enti locali per rivisitare completamente i piani di mobilità e i programmi di servizio per rendere finalmente efficiente il trasporto pubblico e integrarlo con gli altri sistemi di mobilità locale”.