Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bucci: “Ora infrastrutture, ambiente ed edilizia”. E dice no a commissari ‘romani’

"Da Genova e dalla Liguria il messaggio è chiaro: qui si lavora e ci si rimboccano le maniche"

Più informazioni su

Genova. La vittoria del centro destra che si sta profilando dai seggi delle regionali, rafforza in qualche modo anche la giunta Bucci, non a caso sempre presente durante questa campagna elettorale a fianco di Giovanni Toti.

Generica

“Da Genova parte questo messaggio – ha detto a margine della prima conferenza stampa del governatore rieletto – è il messaggio è che qui si lavora e ci rimbocchiamo le maniche. Da domani torneremo a parlare con Roma perché qui servono infrastrutture per mare costa e monti”.

Ma non solo: se la svolta dei commissari per le varie grandi opere è gradita nelle modalità, non lo potrebbe essere nella qualità della scelta: “Non possono essere commissari ‘romani’ – ha detto il sindaco di Genova – ma gente del posto che conosce il territorio, per lavorare di squadra”.

La conferma della giunta guidata da Giovanni Toti, conferma, secondo Bucci, le intenzioni dei Liguri e dei genovesi: “Stiamo assistendo ad un rilancio, e questa cosa è la cose che i genovesi e i liguri vogliono. Adesso servono infrastrutture, ambiente ed edilizia. E questo un messaggio non solo per i prossimi cinque anni di questa regione ma anche per i due anni, e quello che seguirà, del mio mandato”.

A livello di coalizione, nonostante una crescita del partito Cambiamo che fa capo al governatore Toti e a una lieve flessione della Lega, per Bucci non cambia nulla: “Non cambia assolutamente niente – dice ai microfono di Genova24 il sindaco – quello che i cittadini hanno detto è che la visione di Regione e la visione di Comune che portiamo avanti da 5 anni sono vincenti. I cittadini hanno detto che vogliono quella e soprattutto che vogliono le persone che hanno dimostrato che certi risultati si possono raggiungere”.

Ci sarà un rimpasto a Tursi? “E’ presto per dirlo, certamente abbiamo due assessori candidati, parleremo con tutti i partiti e vedremo, ma dal punto di vista dell’equilibrio non cambia nulla”.