Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bella Sampdoria a Piacenza, vince 3-0

Reti di Colley, Bonazzoli e Leris

Genova. Bella Samp, quella messa in campo da Ranieri al Garilli di Piacenza, eccola: Belec; Depaoli (dal 55° Murillo), Yoshida (dal 68° Rocha), Colley (dal 55° Tonelli), Augello (dal 68° Regini); Leris (dal 55° Ramirez), Vieira (dal 68° Capezzi), Verre (dal 68° Palumbo), Bahlouli; Quagliarella (dall’ 81° Prelec), Bonazzoli (dall’ 81° La Gumina).

A disposizione: Ravaglia, Avogadri, Chabot.

Sono stati i due centrali difensivi del Doria, i primi a dare fuoco alle micce, prima  con Yoshida, che di testa – su corner – ha colpito la traversa e poi Colley, al 18°, a sboccare il risultato, messo in cassaforte (2-0), prima della fine del primo tempo da Bonazzoli, servito da uno dei tanti perfetti traversoni di Augello.

Nella ripresa, al 53°, è Leris a fare il tris, raccogliendo un corta respinta del portiere emiliano, su tiro di Quagliarella.

Minuti importanti nelle gambe per i ragazzi di Ranieri (che hanno dimostrato un buon fattore di crescita, rispetto alle precedenti uscite), anche perché l’amichevole col Torino, programmata per il prossimo sabato 12 settembre, è stata annullata, causa problemi di Covid nello staff granata.

Post partita dedicato agli ultimi aggiornamenti di un mercato, in casa Samp, sempre più stagnante. L’unica nota ufficiale da riportare è il trasferimento a titolo temporaneo del portiere della Primavera, Matteo Raspa, al Ravenna (Serie C).

Al capitolo voci, appartengono tutte le altre notizie, tipo l’interessamento della Samp per una mezzala del Perugia, Vlad Mihai Dragomir, da due anni  in forza ai grifoni umbri (53 partite ed un goal). E’ un ’99 di piede mancino, nazionale Under 21 rumeno, giostra a centrocampo, in zona centrale, con uno spiccato senso dell’assist, tecnicamente e tatticamente valido, ma i campi della Serie A non li ha mai frequentati… e se è lui (oppure Antonio Marin) l’alternativa a Adrien Silva, per sostituire Linetty, non pensiamo che Ranieri farà salti di gioia, anche perché due talenti da lanciare, in questo settore, il mister li ha già (Askildsen e Damsgaard) ed un po’ di “polpa” (leggi esperienza) a centrocampo serve come il pane, per non correre il rischio di “bruciare” qualche buon giocatore per la troppa fretta di vederlo all’opera.

A proposito di “scopritori di talenti”, lo Spezia ha ufficializzato l’assegnazione a Giovanni Invernizzi del ruolo di Responsabile del settore giovanile aquilotto, con un contratto triennale.