Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Avevano rapinato due anziani, tre minorenni rintracciati dalla polizia finiscono in carcere

Il gruppetto di adolescenti operava come una vera e propria organizzazione criminale

Più informazioni su

Genova. Tre ragazzini di 17 anni sono state arrestate ieri dalla polizia di stato di Genova, coordinata dalla procura e dal tribunale dei minori, perché ritenute responsabili di due rapine avvenute all’inizio di luglio.

Il primo episodio si era verificato nel quartiere di Nervi ai danni di un’anziana. I tre ragazzi, notata la potenziale vittima all’uscita da un supermercato, avevano iniziato a seguirla organizzando nei dettagli l’azione criminale, con una vera e propria suddivisione dei compiti: mentre uno dei giovani le passava di fianco per assicurarsi della presenza del monile al collo, il secondo faceva da palo, sincerandosi dell’assenza di terze persone o delle forze di polizia in zona; infine, il terzo avrebbe strappato la collana dopo aver raggiunto alle spalle la preda.

Alcuni giorni dopo, un simile evento è avvenuto in zona centro storico. In questo caso la vittima dei giovani rapinatori, che in questa circostanza hanno operato in due, è stata un anziano che rientrava a casa dopo una passeggiata col suo cane. Anche in questo evento i rapinatori hanno utilizzato il medesimo modus operandi.

La squadra mobile, appresa la notizia dei due reati, ha immediatamente avviato le indagini riuscendo ad arrivare alla loro identificazione e alla ricostruzione dei loro movimenti. Gli elementi raccolti hanno permesso di delineare un circostanziato quadro accusatorio a carico dei tre, necessario per l’emanazione della misura cautelare da parte di quella autorità giudiziaria.

Il provvedimento restrittivo, emesso dal gip presso il tribunale per i minorenni, è stato eseguito nella mattina di ieri. I tre sono stati rintracciati ognuno nella propria abitazione e accompagnati presso l’istituto penale per minorenni Aporti di Torino.