Gravi disagi

Autostrade, il nubifragio smuove la frana sulla A26: chiusa (e riaperta) l’entrata di Masone

Valle Stura ancora ai limiti dell'isolamento, poi la verifica dei tecnici e la decisione di riaprire

Masone. Prima allerta meteo di settembre e subito gravi disagi per la valle Stura che si è trovata ancora ai limiti dell’isolamento.

Le forti piogge di questa notte (sfiorati i 100 millimetri nella zona di Campo Ligure) hanno messo nuovamente in moto la frana che a giugno aveva costretto a una lunga chiusura dell’entrata in direzione Genova.

Stamattina la situazione è tornata critica: a Masone non si poteva prendere l’autostrada né verso Alessandria né verso il mare perché lo smottamento insisteva proprio sulla rampa. Poi, dopo una verifica tecnica, il casello è stato completamente riaperto prima delle 8.

Con l’autostrada chiusa a Masone per raggiungere Voltri non c’è altro modo che imboccare la provinciale del Turchino. Chi deve andare in Piemonte trova invece la chiusura della strada in zona Gnocchetto, misura che scatta automaticamente con l’allerta meteo sulla provincia di Alessandria per il rischio frana, ed è quindi obbligato a percorrere una strada secondaria ancora più disagevole e pericolosa in giornate di pioggia come questa.

leggi anche
  • Maltempo
    Allerta arancione, tempesta su Genova: allagamenti, chiusure e tromba d’aria sul Ponente
  • Coc
    Allerta arancione a Genova: tutte le disposizioni su chiusure, mezzi pubblici e parcheggi
  • Maltempo
    Meteo, allerta arancione su Genova e Liguria: arrivano pioggia e temporali forti
  • Verso l'autunno
    Autostrade, Toti: “Preoccupato per i prossimi cantieri, dal governo il disastro più assoluto”