Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

All’Acquasola una piazza per bere e mangiare bene, ecco “Gip – Gustiamo il parco” fotogallery

Ristoratori, barman, pasticceri - e un programma di spettacoli e laboratori per i più piccoli - si alterneranno fino al 31 ottobre sotto gli alberi dello storico parco genovese

Genova. “Se le persone non vanno al ristorante, portiamo il ristorante dove sono le persone” il parco Acquasola, dopo oltre 40 anni, torna a essere vivo anche la sera (e non solo) grazie a Gip – Gustiamo il parco, il progetto promosso e organizzato da Fiepet Confesercenti Genova, vincitore di un bando del Comune di Genova.

Gip Gustiamo il Parco all'Acquasola

Si tratta di un ristorante all’aperto, “al fresco”, sotto gli alberi del parco storico dell’Acquasola, grazie alla collaborazione tra diversi esercenti. Gip ha aperto i battenti il 1 settembre ma questa mattina è stato inaugurato ufficialmente dai vertici locali di Confesercenti, il vescovo ausiliare della curia di Genova Nicolò Anselmi e l’assessore al Commercio Paola Bordilli. Sarà attivo fino al 31 ottobre. Poi si vedrà.

Nei primi giorni di apertura, anzi le prime sere, i circa 180 coperti sono andati praticamente sold out. Gip sarà aperto a pranzo solo nei fine settimana (anche per non sovrapporsi agli altri locali cittadini) e alla sera tutti i giorni, orario dell’aperitivo compreso.

Gip Gustiamo il Parco all'Acquasola

Nello spazio dietro ai giochi per bambini sono state realizzate cinque casette in legno in cui si alterneranno ristoratori e professionisti del beverage. Ma non ci saranno solo cibo e bevande: perché siano tutti i membri della famiglia a usufruire del parco tra gli appuntamenti previsti ci sono laboratori per bambini organizzati con il Museo di storia naturale, spettacoli di marionette.

Novità sarà anche un servizio di sorveglianza, cosicché le mamme e i papà possano godersi la cena mentre i bambini scorrazzano sui vicini scivoli. Inoltre grazie a una partnership con l’Acquario, chi pranza o cena al parco ha diritto a un coupon che equivale a uno sconto alle casse dell’attrazione, 4 euro per gli adulti e 2 per i bambini.

Ogni piatto che uscirà dalle casette in legno sarà accompagnato da un volantino che identifica il ristorante di provenienza. Al fresco dei platani secolari dell’ Acquasola trovano spazio cinque strutture in legno in cui tutti i ristoratori, a rotazione, potranno servire i propri piatti e presentare i propri menù inclusivi di pizza, dolci e gelati.

Info. Per scoprire i menù disponibili, dai cocktail, alle pietanze, dalle pizze ai dessert – e per prenotare il proprio tavolo – basta visitare il sito internet https://www.gustiamoilparco.it/.

Chi c’è. I pubblici esercizi coinvolti per ora sono la braceria Tiflis e la pizzeria Manitoba (area Luzzati), il Bonton caffé e bistrot di Castello d’Albertis, La Goletta al porto antico, L’Ostaia de Baracche, gelateria Chicco, la scuola di formazione Barman Bump Academy e il già presente Chiosco dell’Acquasola.