Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Sant’Olcese hanno pitturato un cinghiale di rosso per metterlo in salvo dai cacciatori

L'avviso di Pietro Marini su Facebook: "Frequenta il nostro giardino a Manesseno, non sparategli"

Più informazioni su

Sant’Olcese. Un cinghiale pitturato di rosso per segnalare ai cacciatori che è amico dell’uomo e non deve essere abbattuto. Succede a Manesseno, nel comune di Sant’Olcese, nei giorni in cui si apre anche in Liguria la stagione venatoria che prevede però per gli ungulati il via libera agli abbattimenti a partire dal 4 ottobre.

La foto è stata postata su Facebook da Pietro Marini: “Informiamo che il cinghiale raffigurato è uso a frequentare il giardino della nostra casa nel bosco di Manesseno. Poiché non teme gli umani, al fine di tutelarlo lo abbiamo contrassegnato con rosso fluorescente ed evitare sia oggetto di caccia. Pertanto non sarebbe per nulla sportivo sparargli. Ringraziamo per l’attenzione”.

L’animale, evidentemente abbastanza “domestico” da farsi disegnare una striscia di vernice rossa addosso, ha anche un nome. “Si chiama Arturo“, precisa Marini. Una pratica non molto in uso, per la verità, e appare difficile che qualcuno col fucile in mano voglia prenderla in considerazione. Ma a Manesseno si confida “nella loro correttezza e nel rispetto delle normative. Altrimenti non avremmo scritto il post”.

Una cosa è certa: se in giro per la Valpolcevera vi capitasse di vedere un cinghiale striato di rosso, sicuramente si tratta di Arturo e non vi farà del male. O almeno così dicono di lui.