Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Svastiche sui cartelli del Sacrario della Benedicta cancellate da Genova Antifascista

Simboli neonazi anche nei pressi di sedi Anpi

Genova. Alcune svastiche sono state disegnate nei giorni scorsi sui cartelli che indicano il Sacrario dei Martiri della Benedicta, uno scempio a uno dei luoghi simbolo della Resistenza, purtroppo non nuovo.

L’ultima volta era accaduto alla vigilia del 25 aprile e il Comune di Mele era intervenuto per rimuoverle.

Questa volta a cancellare i simboli nazisti è stata Genova Antifascista. “In queste ultime settimane – spiegano i militanti in un post su facebook – in molte località della nostra regione sono riapparsi infami simboli nazisti su lapidi in ricordo di partigiani, su indicazioni stradali verso luoghi simbolo della resistenza ligure o vicino a sedi Anpi in quartieri genovesi storicamente operai.
Come vedete, grazie all’intervento di attivi Compagni, quegli ignobili scarabocchi sono spariti dando vita a murales resistenti”.

Generica

Oltre ai cartelli sulle indicazioni per il sacrario, venerdì a Pontedecimo sul muro della vecchia biglietteria del campo sportivo, è comparsa una svastica che è stata “sanata” nel giro di una notte grazie all’impegno e alla ‘creatività’ di qualche militante antifascista. “Ogni cosa nel posto giusto” si legge ora sul muro e la svastica viene gettata nel wc.