Quantcast
Esuberi

Sirti annuncia 110 esuberi a Sampierdarena, Genova perde altri posti di lavoro

Azienda attiva nella progettazione del segnalamento ferroviario, la Fiom: "Pronti a rispondere per impedire questo scempio"

Generica

Genova. Sono 110 i posti di lavoro a rischio a Genova dopo che la Sirti, azienda attiva nel settore delle telecomunicazioni, ha annunciato 700 esuberi su tutto il territorio nazionale.

A essere interessati per il momento sono i tecnici della sede della Fiumara che si occupano di controllo e progettazione del segnalamento ferroviario. L’azienda, infatti, ha annunciato in maniera non ufficiale di voler vendere quel settore e ha disdettato alcune parti del contratto integrativo.

“Sono tecnici e ingegneri che svolgono con capacità il loro lavoro e fanno fare utili alla società – scrive in una nota la Fiom -. Un settore di vitale importanza per il Paese e per la nostra regione”. Salvi, per ora, i dipendenti in Valpolcevera che seguono il posizionamento dei cavi per telecomunicazioni.

“La segreteria Fiom di Genova insieme ai lavoratori e lavoratrici denuncia questa operazione che rischia di mettere in discussione diritti e posti di lavoro sul nostro territorio – prosegue il comunicato – ma se necessario siamo pronti a rispondere collettivamente per impedire tale scempio”.

Più informazioni
leggi anche
  • La vertenza
    Otto ore di sciopero alla Sirti: rotto il tavolo di confronto, domani incontro al ministero del Lavoro
    Generica
  • Vertenza
    Sciopero anche a Genova dei lavoratori Sirti contro 833 licenziamenti in tutta Italia
    Generica