Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sinergia tra Comune di Genova e l’associazione Il porto dei piccoli

L'amministrazione comunale sosterrà l’attività della onlus: decisivo il ruolo di Marta Brusoni, capogruppo di Vince Genova


Genova. Un accordo che sancisce la sinergia tra Comune di Genova e l’associazione Porto dei Piccoli Onlus. È stato siglato ieri nella sala Liguria di Palazzo Ducale, alla presenza dell’assessore alle Politiche per i Giovani, Barbara Grosso, e consentirà all’amministrazione comunale di segnalare eventuali casi di famiglie cui necessiti l’assistenza dell’associazione.

In particolare attraverso il progetto specifico “Mare in rete”, sviluppato per rispondere alle problematiche legate all’emergenza Covid19, gli operatori del Porto dei Piccoli potranno offrire sostegno psicopedagogico a distanza ai bambini fragili del territorio cittadino grazie ad attività ludiche e didattiche dedicate.

Decisivo il ruolo da ponte di Marta Brusoni, capogruppo in consiglio comunale di Vince Genova e candidata alle regionali per l’alleanza Forza Italia-Liguria Popolare, che nei mesi scorsi ha messo in contatto il Comune con l’associazione. «Si tratta di un risultato importante che premia il lavoro di questi mesi e consentirà all’associazione di ricevere il necessario sostegno in caso di necessità – spiega Marta Brusoni -. Attraverso il gioco si aiutano i bimbi a ritrovare una condizione di normalità e quelle energie così importanti per affrontare al meglio la malattia».

Il Porto dei Piccoli offre supporto a bambini e famiglie che vivono l’esperienza della malattia, indipendentemente dalla patologia, attraverso attività ispirate al mare ed al porto, condotte in maniera professionale da operatori formati in maniera specifica. Attraverso il gioco si aiutano i bimbi a ritrovare una condizione di normalità affiancando alle cure dei medici il “prendersi cura” del bambino dal punto di vista emotivo, psicologico e affettivo, con la convinzione che anche il gioco possa essere una cura.

«La firma di oggi è per noi un traguardo molto importante perché rappresenta il riconoscimento di quindici anni al fianco dei bambini e delle famiglie in condizioni di fragilità della Liguria e non solo – spiega Gloria Camurati, fondatrice e direttore generale dell’associazione –. Siamo fieri di aver potuto far conoscere ed apprezzare anche in altre regioni italiane il nostro modo di operare, sviluppato dalle prime esperienze proprio presso l’Istituto Gaslini di Genova, perché nessun bambino sia mai solo ad affrontare i disagi della malattia ovunque si trovi. Ringrazio di cuore Marta Brusoni e tutto il Comune di Genova per il sostegno dimostrato».