Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, le ultime voci: Filip Dagerstal, Alexandru Cicâldău e Hans Nicolussi Caviglia (nonno cogoletese)

Belec in uscita verso il Qarabağ, mentre Palumbo piace all’Ascoli e Hadžiosmanović al Picerno

Più informazioni su

Genova. Giorni di Ferragosto sotto l’ombrellone, quindi anche i tam tam di radio mercato battono poche notizie riguardanti la Sampdoria

Una è riferita a Alexandru Cicâldău, perno di centrocampo del CS Universitatea Craiova, la cui dirigenza lo ha messo fra i cedibili, in presenza di una  “giusta” offerta. Si tratta di giocatore paragonato in patria a Marco Verratti.

L’altra voce riguarda un difensore centrale svedese, Filip Dagerstal, classe ’97,  dell’IFK Norrköping, seguito anche da Genoa, Lecce e  Verona e che ha già esordito in Nazionale.

Altro nome accostato al Doria, è quello di Hans Nicolussi Caviglia, scuola e cartellino della Juventus, che lo ha mandato in prestito, nell’ultimo campionato, a Perugia, continuando a monitorarne la crescita. Si dice che potrebbe essere usato da Paratici per arrivare a Tonali, del Brescia, ma altre strade potrebbero portarlo a Sassuolo o ancor meglio a Genova, sponda blucerchiata. Tra l’altro il ragazzo, sia fisicamente, che per i lampi di classe, ricorda (scusate il paragone) Johan Cruijff ed ha un forte legame con la Riviera Ligure, pur essendo nato ad Aosta.  Suo nonno, Francesco Caviglia (cognome d.o.c.) è di Cogoleto, dove è stato presidente onorario della locale  Sezione Carabinieri (oltre che Economo Direttore Amministrativo U.S.L. 8 – O.P.P. Cogoleto) ed ha tra l’ altro giocato nelle giovanili della Sampdoria (un ritorno alle origini per il nipote?) ed anche  apprezzato mister ad Alessandria ed in Val  d’Aosta.

Passando al capitolo uscite, stando alle voci, non sembra esservi posto, per Vid Belec, nel trio di portieri della rosa 2020/21, tanto che, per lui, rientrato dal prestito all’Apoel Nicosia, si prospetta una nuova avventura all’estero… Questa volta addirittura in Azerbaigian, a difendere la porta del Qarabağ, team della città di Ağdam, che milita nella Premyer Liqası azera.

Due righe merita anche lo svincolato Édgar Barreto, per il quale è imminente l’esordio (anzi il ritorno) in campo con la maglia del NEC (Nijmegen Eendracht Combinati), militante nella Eerste Divisie olandese.

Quanto ai giovani in prestito (di rientro e da dare), per adesso, le news scarseggiano… anche se a Pesaro, sembra abbiano le idee chiare, circa la scelta di eventuali giocatori da prendere dalla Samp… La dirigenza della Vis vuole giocatori pronti per la Serie C e non ragazzi da aspettare troppo… quindi a loro starebbero bene FarabegoliD’Amico (che però la Samp vorrebbe far visionare a Ranieri, in ritiro), Bahlouli (che tuttavia già l’anno scorso ha preteso di andare in Serie B). Ragion per cui restano papabili Benedetti, Tessiore e forse Campeol.

Ci sarà tanto lavoro, per Carlo Osti, se vorrà sistemare i giocatori dati in prestito nella scorsa stagione, perché non ci sono soltanto i big, Jeison Murillo, Valerio Verre e Gianluca Caprari (per i primi due, Celta e Verona stanno cercando di forzare la mano sul prezzo di riscatto, mentre il terzo ha mercato, al di là del Parma e quindi si tratterà solo di ottenere la valutazione gradita).

L’elenco è lungo, a partire dal già citato Mohamed Bahlouli (ex Cosenza, interessa al Bordeaux) e Ognjen Stijepović (di rientro dalla Pistoiese), ma anche Vasco Regini, Leonardo Capezzi e Antonio Palumbo (rispettivamente di ritorno da Parma, Salernitana e Ternana). Proprio la mezzala neroverde sembra essere entrata nel mirino dei bianconeri ascolani.

Anche Cristian Hadžiosmanović  (reduce da Monopoli) sembra aver trovato estimatori a Picerno (sempre Serie C), mentre vanno valutate le posizioni di qualche altro giovane a fine prestito e soprattutto di quei Primavera diventati nel frattempo fuori quota (Alex Pastor Carayol, Ibourahima Baldé e Roberts Veips, tanto per fare tre nomi)…

Sembrano operazioni minori, ma non sempre è così… il rischio è quello di lasciare andare qualcuno, che potrebbe avere un futuro, come è successo anni fa con Giacomo Calò,   lasciato libero dopo un solo anno di prestito a Pontedera e che  poi ha dimostrato, nella Juve Stabia, di poter stare tranquillamente tra i professionisti, al punto di essere acquistato, l’estate scorsa, dal Genoa, che ora sembra intenzionato ad inserirlo in rosa.