Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, la Primavera affidata a Felice Tufano foto

L’ex tecnico del Savona prende il posto di Marcello Cottafava

Più informazioni su

Genova. Finalmente arriva la prima buona notizia in casa Samp: la conduzione della Primavera è ufficialmente affidata a Felice Tufano… un nome, una garanzia, di cui abbiamo spesso parlato sulle pagine di Genova24 ed Ivg Savona.

Tufano, otto anni nell’entourage blucerchiato, ha già allenato nel biennio 2011/13 la Primavera, mentre ora si insedia al posto di Marcello Cottafava, passato al Torino.

Il tecnico di origini bresciane, ma savonese d’adozione, è reduce dall’aver guidato la Under 17 e la Under 18 nelle due ultime stagioni agonistiche.

Il nome di Tufano è indissolubilmente legato al Savona, società portata in C2, mentre i successivi passi sono stati alla guida della Castellettese, Solbiatese, Alessandria e le giovanili di Parma, Juventus e Sassuolo.

Tra i giocatori da lui svezzati ricordiamo su tutti l’argentino Mauro Icardi e lo spagnolo Pedro Obiang.

Sabato 22 agosto è in programma la ripresa degli allenamenti… Buon lavoro Mister!

Passando a parlare di mercato, sembra arenarsi l’assalto granata alla rosa blucerchiata…

Preso Giampaolo (non direttamente), poi anche Cottafava ed il suo vice Coppola, si era sparsa voce che il Torino, oltre a Linetty, volesse portare in granata, mezza Sampdoria (leggi Ramírez e Murru, ma soprattutto Bereszyński), ma poi qualche granello si è infilato negli ingranaggi (rilancio al ribasso al limite del provocatorio per Karol Linetty) e così, adesso, è tutto in alto mare…. anzi, sul Meno, a Francoforte, in casa Eintracht… oppure sul canale navigabile Herne-Reno, per l’esattezza a Gelsenkirchen… perché queste due squadre, della Bundesliga germanica, sembrano intenzionate a soddisfare le condizioni poste dalla Sampdoria. D’altra parte Giampaolo se ne farà una ragione, soprattutto qualora Cairo riuscisse a soddisfare l’altra sua richiesta: Dennis Praet.

Continuando a parlare delle probabili uscite, anche per Murillo – a quanto pare – non si dovrà sottostare ad un’unica offerta (quella del Celta Vigo, che sta lucrando sul prezzo), dato che fra i pretendenti, ora,  c’è anche un altro team della Liga, il Real Sociedad, di San Sebastián… Si prospetta quindi un derby basco-galiziano per accaparrarsi il colombiano. Mercato tutto inglese, invece, per Omar Colley, con il Southampton, che si è aggiunto a Newcastle e Burnley.

In entrata, intanto, nomi nuovi sono comparsi al casting delle punte, indetto da Osti…

Si tratta del greco Taxiarchīs Fountas, ultimo anno nel Rapid Vienna... una scommessa, visto che, a quasi 25 anni, è stato il suo primo campionato “alla luce del sole” (19 goal in 27 partite)… A Ranieri l’ardua sentenza, del giudicare se valgano più dei 13 di Rivière in Serie B.

Altro attaccante partecipante al casting, è il “veterano” Samuel Di Carmine, finalizzatore dell’Hellas Verona di Ivan Jurić… Che dire? E’ un buon giocatore, ma sarebbe stato preferibile andare a prenderlo una decina di anni fa, quando la Fiorentina, dopo qualche prestito, ha preferito abbandonarlo ad una carriera fatta principalmente di Serie B, quando invece avrebbe meritato altri palcoscenici.

L’idea di chi scrive, è che se “la Casa di produzione” avesse a disposizione il budget sufficiente, il “regista” Ranieri finirebbe per scegliere Ernesto Torregrossa, che però Cellino valuta (ironicamente parlando) quanto un Van Basten in erba.

Ci sono, poi, voci che muoiono pochi minuti dopo essere uscite, tipo quella proveniente dalla Spagna, riferita a Marc Bartra, difensore del Betis Siviglia e sulla quale, dunque, evitiamo di soffermarci, preferendo passare a news che i tam tam continuano a battere con insistenza, perfino a rischio di portare disturbo in casa Spezia, chiamato giovedì all’impresa storica di guadagnarsi la Serie A.

A parte questo, comunque, giudicheremmo due buoni investimenti, l’acquisizione dei cartellini di Salva Ferrer e di Riccardo Marchizza, quest’ultimo peraltro in prestito, allo Spezia, dal Sassuolo e che non sarà della partita col Frosinone, perché infortunato.

La mezza stagione passata a Cosenza non è stata ricca di soddisfazioni per Mohamed Bahlouli, eppure – forti del salvataggio rocambolesco – le due parti (anzi tre con la Samp) sembrano intenzionate  a ripetere l’esperienza anche nel prossimo campionato, nella speranza che il trequartista, ex Lione, possa trovare maggior spazio nella formazione allenata da Roberto Occhiuzzi.

Non sarà Emiliano Viviano il dodicesimo del Doria, visto che il “para rigori” per eccellenza in blucerchiato, ha trovato l’intesa con il Fatih Karagümrük, squadra turca, della periferia di Istanbul, neo promossa in Süper Lig.