Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Referendum sul taglio dei parlamentari, anche a Genova nasce il comitato NOstra

Sabato mattina in vico del Fico la presentazione delle attività per "sensibilizzare la cittadinanza e in difesa della costituzione"

Genova. Anche a Genova nasce il comitato NOstra, una formazione promossa a livello nazionale, soprattutto da forze giovani, per dire no al taglio dei parlamentari proposto dal referendum costituzionale che sarà sottoposto agli italiani il 20 e 21 settembre, stessi giorni delle consultazioni elettorali regionali.

Il comitato si presenterà alla città sabato 22 agosto alle 11 in vico del Fico, nel centro storico. “Per spiegare a tutti chi siamo e cosa vogliamo fare. Seguiranno volantinaggi in giro per la città, confronti, manifestazioni, compatibilmente con la situazione epidemiologica, e iniziative”, dice il coordinatore genovese Valentino Ferrari.

“Non potevamo rimanere indifferenti. Dopo l’approvazione della riforma del taglio dei parlamentari, votata dalla stragrande maggioranza delle forze politiche, vi è l’ultimo passaggio, la consultazione popolare che, a causa della pandemia, è slittata al 20 e 21 settembre. Non abbiamo esitato a unirci tutti, nonostante differenze di idee e di partiti, e fondare un comitato trasversale giovanile per il no. NOstra. Comitato che si sta radicando in tutti i territori, fra cui Genova. Dal momento in cui si tratta di una riforma che rischia di ledere la rappresentanza popolare, avvicinarci ai territori era una scelta assolutamente necessaria per rilanciare il no a un taglio puramente populista”, si legge in una nota.

“Perché chi è per il sì sostiene il taglio perché pensa che la qualità dei parlamentari migliori. Ma non è assolutamente vero, perché i parlamentari non saranno tagliati in base alla qualità. E questo taglio quanto ci fa risparmiare? Un caffè all’anno. Ma noi non vogliamo svendere la nostra rappresentanza per un caffè all’anno”, continua il comunicato di NOstra.

“Il nostro obiettivo è sensibilizzare le persone, parlare del taglio, affrontare gli effetti che produce. E siamo consapevoli di rappresentare un’opinione che sembra impopolare, ma noi, a differenza di altri, non siamo a caccia di applausi scroscianti. Vogliamo difendere la costituzione come pensata dai padri costituenti”, concludono da NOstra.