Quantcast
Messa in sicurezza

Recco, aperto il cantiere per il ponte di ferro: due settimane di lavori

Recco. A quasi due anni dalla stesura del progetto è stato aperto ieri mattina il cantiere per la costruzione del “ponte di ferro”, la passerella pedonale che attraversa il torrente Recco tra via Pisa e via Roma.

L’importante intervento inserito nel piano delle opere pubbliche, prevede un investimento di 74.408.90, con 69.944 stanziati dalla Regione Liguria e un contributo del comune di Recco di 4.464 euro.

I lavori, che secondo quanto stabilito dal cronoprogramma dovrebbero durare circa due settimane, prevedono la completa messa in sicurezza del ponte (lungo circa 30 metri) mediante la sostituzione degli elementi ammalorati; in particolare l’intervento prevede la sostituzione delle travi longitudinali, del piano di calpestio e del parapetto, utilizzando materiali in acciaio.
I ritardi sofferti nell’esecuzione dei lavori sono stati causati dall’inadempienza della prima ditta aggiudicataria dei lavori con gli inevitabili allungamenti dovuti alle procedure burocratiche prescritte dalla normativa, alla successiva riconvocazione della commissione di gara per la rivalutazione delle offerte e al seguente affidamento dei lavori.

“Sappiamo che la riapertura al transito sulla passerella era particolarmente attesa dai cittadini, costretti a un lungo giro per passare dall’altra parte del torrente – dicono il sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore ai lavori pubblici Caterina Peragallo – lo stop al progetto è stato dovuto alle inadempienze della prima ditta aggiudicataria dell’opera, cui si è aggiunto il forzato fermo all’operatività dei cantieri per le opere pubbliche a causa dell’emergenza sanitaria. Durante questa fase gli uffici tecnici però, con grande impegno, hanno portato avanti le procedure burocratiche permettendo così l’avvio dei lavori”.