Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Omicidio San Biagio, Alessio Scalamandré lascerà il carcere: concessi i domiciliari

Attenuata la misura di custudia cautelare

Più informazioni su

Genova. Alessio Scalamandré lascerà nelle prossime ore il carcere di Marassi. Il gip Angela Nutini ha infatti attenuato la misura di custodia cautelare con gli arresti domiciliari.

Nell’udienza di convalida di questa mattina il 28enne , che aveva già confessato l’omicidio spiegando di essersi voluto difendere dall’aggressione del padre, ha risposto alle domande del giudice ribadendo la ricostruzione dei fatti e raccontando inoltre le violenze verbali e fisiche del padre nei confronti della madre.

L’omicidio è avvenuto nell’abitazione dei due ragazzi da cui il padre era stato allontanato in seguito a un provvedimento restrittivo in seguito alla denuncia per maltrattamenti in famiglia.

A denunciarlo, il 1 gennaio di quest’anno era stata la moglie Laura Di Santo, che era stata trasferita in una struttura protetta in Sardegna, e lo stesso Alessio. Il padre lunedì voleva che il ragazzo modificasse la sua denuncia in vista del processo che sarebbe dovuto cominciare il 30 settembre.

Il ragazzo sarà ora ospitato da un’amica della madre che si è offerta volontaria in rientro del ritorno di Laura Di Santo che sarà a Genova la prossima settimana.

“La scelta della misura cautelare tiene conto della genesi di questo terribile delitto – scrive il giudice –  frutto dell’esasperazione di un figlio nei confronti di un genitore violento non emergendo precedenti condotte dell’indagato e, per contro, la vicinanza della comunità in cui abita”.