Quantcast
Svolta

Molassana, parte la bonifica dell’ex campo nomadi: diventerà un deposito mezzi di Aster

Saranno così recuperati gli spazi sacrificati per il cantiere sul viadotto Bisagno

Genova. Partirà nelle prime settimane di settembre l’attesa bonifica dell’area dell’ex campo nomadi di Molassana, situata in via Solimano, abbandonata da anni e divenuta in poco tempo un vero e proprio “buco nero” di tutta la vallata.

I lavori, che costeranno circa 80 mila euro, prevedono la rimozione della spazzatura abbandonata, la pulizia e bonifica e la riconversione in parcheggio e deposito mezzi per Aster, che in questo modo recupererà lo spazio in zona Gavette utilizzato per compensare i posti auto pubblici “sacrificati” durante il cantiere del viadotto Bisagno.

“Un progetto a cui tengo particolarmente – spiega l’assessore Pietro Piciocchi – quando il presidente D’Avolio mi ha portato sul posto, mi sono subito preso in carico questa situazione. I lavori dovrebbero durare circa un mese, e porteranno a risolvere una ferita antica per tutta la zona”

Ma non solo: “E’ qualcosa a cui tutto il territorio sperava da anni – conferma il presidente di Municipio Roberto D’Avolio – soprattutto perchè da un po’ di respiro alle tante attività dell’area e al contempo sblocca il capitolo Gavette-cantiere del viadotto. Come municipio siamo soddisfatti di essere riusciti a portare a casa questo risultato, dopo anni di proposte e studi”.