Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Minaccia due spacciatori di chiamare i carabinieri ma viene picchiato e rapinato: due arresti

Inseguito fuori dal locale è stato preso a calci e pugni, poi la rapina

Più informazioni su

Santa Margherita. Due uomini, M.M. 41enne residente a Rapallo e A.L. 43 di Nichelino sono stati arrestati su ordinanza di custodia cautelare per rapina e lesioni aggravate in concorso.

I fatti risalgono al 13 agosto in uno dei locali della movida sammargheritese. I due spacciatori hanno offerto droga a un uomo del posto. Lui in tutta risposta ha detto loro che se non avessero smesso “di vendere quella roba a dei ragazzini” avrebbe “chiamato” i carabinieri.

Ne è nata una lite. Poi l’uomo è salito sulla sua bici elettrica, inseguito dai due a bordo di uno scooter. All’altezza di largo Giusti gli hanno sbarrato la strada, lo hanno preso a calci e pugni e uno di loro addirittura con il casco. Dopo che la vittima è riuscita a fuggire a piedi gli hanno rubato bici, cellulare e portafoglio per un bottino complessivo di quasi 9 mila euro.

La vittima ha sporto denuncia a carabinieri di Santa Margherita fornendo anche una descrizione dei due. I militari hanno avviato subito le indagini e hanno ricostruito i movimenti della coppia anche grazie ai sistemi di videosorveglianza che li hanno condotti fino un box di Rapallo in via Amedeo d’Aosta nella disponibilità di uno dei aggressori .

Poche ore dopo i due si sono presentati spontaneamente dai Carabinieri di Rapallo per consegnare la sola biciletta elettrica provento della rapina. Arrestati, i due sono stati portati rispettivamente nella casa circondariale di Marassi e di Torino in attesa dell’interrogatorio di garanzia.