Quantcast

Mancato rinnovo del contratto, presidio lunedì dei lavoratori della sanità privata

La manifestazione si terrà a partire dalle 10 sotto la Prefettura di Genova

Genova. Presidio lunedi 24 agosto alle 10 sotto la Prefettura dei lavoratori della sanità privata e delle rsa. A convocarlo le segreterie di Fp Cgil – Cisl Fp –Uil Fpl per protestare contro la mancata firma definitiva del rinnovo del contratto della Sanità Privata e della mancata apertura del confronto per il rinnovo del CCNL delle RSA ARIS e AIOP.

“Le associazioni Datoriali Aris e Aiop – dopo aver sottoscritto la pre – intesa con i sindacati il 10 giugno u.s., si sono vergognosamente rifiutati di apporre la firma definitiva” scrivono i sindacati in una nota.

“Le motivazioni addotte, sono le stesse che vengono reiterate da 14 anni di mancato rinnovo per il CCNL Sanità privata e da ben 8 anni per il CCNL RSA:
lamentano scarsi finanziamenti da parte della committenza pubblica, e tariffe inadeguate per le loro prestazioni nonostante il formale impegno del Ministro Speranza, che ha garantito in sede di confronto nazionale, risorse aggiuntive da destinare alle Regioni, al fine di dare copertura al 50% dei costi dell’intervenuto aumento del costo del lavoro”.

“In un periodo contrassegnato da una gravissima emergenza sanitaria derivante dalla pandemia di covid 19, i lavoratori e le lavoratrici del comparto della sanità privata e delle Rsa, definiti eroi dai media e spesso anche dai loro datori di lavoro, sono già stati derubricati dalle aziende a mero costo – prosegue la nota dei sindacati – non sostenibile in termini di bilanci societari, anche da parte di grandi gruppi quotati in Borsa”.

“Crediamo che tale situazione debba essere al più presto superata – concludono – richiedendo un forte impegno alle istituzioni preposte”.