Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bogliasco, Paola Pegan: “Olimpia straordinaria, ma è solo l’inizio” fotogallery

Soddisfazione in casa biancazzurra per la finale raggiunta da Benvenuto ai campionati italiani

Bogliasco. L’eccezionale risultato ottenuto sabato da Olimpia Benvenuto ai campionati italiani assoluti estivi rappresenta un traguardo storico non solo per la brava atleta levantina ma per tutto il settore nuoto sincronizzato del Bogliasco 1951.

Mai, infatti, in passato una sincronetta bogliaschina era arrivata così in alto. Un risultato straordinario, ottenuto con merito al termine di un duro e lungo lavoro quotidiano che ripaga di tanti sacrifici non solo la diretta protagonista ma anche chi da molto tempo crede in lei è nelle sue compagne.

Come Paola Pegan, responsabile amministrativa del nuoto danzato alla Vassallo: “La stagione più difficile di tutte, fortemente condizionata dalla pandemia, si è conclusa nel modo migliore. Credevamo fortemente nelle potenzialità di Olimpia perché sappiamo qual è il suo reale valore. Per cui né io né Ada Queirolo siamo sorprese nel vederla piazzarsi al primo posto in Italia tra le atlete che non fanno parte della nazionale azzurra. Questa consapevolezza però non attenua minimamente la nostra gioia. Il suo risultato è un premio oltre che ai suoi sacrifici anche al grande lavoro che da tre anni abbiamo iniziato qui a Bogliasco. Ma non è un punto d’arrivo. Casomai rappresenta il punto da dove ripartire più forti ed ambiziose di prima”.

E pensare che il bottino raccolto sabato in terra savonese poteva essere addirittura più ricco. “La felicità è tantissima ma resta anche una punta di amarezza – prosegue Pegan -. Sono convinta che se anche Adriana Camposaragna avesse deciso di partecipare ai campionati, competendo assieme ad Olimpia nella prova del Duo, avremmo ottenuto grandi soddisfazioni anche lì. Invece dopo tanti mesi di allenamenti necessariamente condizionati dal Covid, Adriana non se l’è sentita di affrontare un impegno così importante, ritenendo di non essersi preparata a dovere. Secondo me aveva torto. Ma avrà comunque modo di rifarsi in futuro”.

Già perché il sincro bogliaschino non vuol perder tempo nel cullarsi sugli allori e guarda già al domani con rinnovato ottimismo. “Ora ci prendiamo e ci godiamo qualche settimana di riposo ma la prossima stagione è già alle porte. E la nostra intenzione è quella di proseguire nel percorso di crescita cominciato tre anni fa. Io e Ada abbiamo un grande sogno, quello di fare di Bogliasco il polo di eccellenza e di riferimento nel nuoto sincronizzato nella riviera di levante. Le premesse per riuscirci sono ottime. Ada è un allenatrice perfetta, sotto ogni punto di vista; lo staff tecnico di cui disponiamo è composto da ottime ragazze, tutte confermate in vista della prossima annata; la società ci è sempre molto vicina e il presidente Simone Canepa, con tutti i suoi collaboratori, dimostrano di avere sempre la massima disponibilità nei nostri confronti. E poi ci sono le atlete. Abbiamo una schiera di ragazze giovani davvero molto interessanti – conclude Pegan -, delle quali due o tre con concrete prospettive di fare qualcosa di importante in futuro”. Un futuro che alla Vassallo è già iniziato.